margot robbie

Incredibile come la fama e il successo possano arrecare danni alle celebrità ben più pericolosi di un gruppo di fan o di una schiera di paparazzi che ti inseguono ovunque tu vada. L’ultima delle follie è stata raccontata da Margot Robbie in una lunga intervista concessa all’Hollywood Reporter durante la promozione dell’ultimo film che la vede protagonista, I, Tonya, dove l’attrice interpreta l’ex pattinatrice Tonya Harding.

 

Nella bella chiacchierata con la rivista, la Robbie ha toccato vari argomenti, fra cui le difficoltà e la sfida di affrontare questa improvvisa attenzione mediatica nei suoi confronti e lo stato di celebrità che sta vivendo. L’attrice australiana ha così menzionato un episodio successivo all’uscita nelle sale di Suicide Squad, il cinecomic DC diretto da David Ayer che l’ha definitivamente lanciata nell’olimpo delle star hollywoodiane:

Margot Robbie: ecco perché ha detto sì a Suicide Squad

Stai per recitare in un cinecomic, e lo scenario che ti si presenta può essere molto spaventoso. Poi ci sono molte cose che impari lungo la strada, come quando ricevi minacce di morte e capisci che devi circondarti di un team che possa proteggerti e indagare su chi decide di inviarti quelle minacce. Serve soprattutto perché sai che parteciperai a grandi eventi pubblici.

Vi ricordiamo che rivedremo presto Margot Robbie in I, Tonya e Gotham City Sirens, mentre oggi è al cinema con Vi presento Christopher Robin al fianco di Domhnaal Gleeson.

Fonte: Hollywood Repoter