neri-marcorè-film

Tra le personalità più affascinanti dello spettacolo italiano, vi è senza dubbio Neri Marcorè, attore poliedrico dotato di grande cultura. In ogni sua interpretazione egli riesce a far trasparire una grande dolcezza e umanità, affermandosi per la tranquillità data dalla sua persona. Interprete di gran classe, Marcorè si è negli anni distinto tanto al cinema, quanto in televisione e a teatro.

Ecco 10 cose che non sai di Neri Marcorè.

1Parte delle cose che non sai sull’attore

neri-marcorè-nome
 

Neri Marcorè: i film e le serie in cui ha recitato

10. Ha preso parte a celebri lungometraggi. Marcorè esordisce al cinema con il film Ladri di cinema (1994), per poi prendere parte a Due volte nella vita (1998), [email protected] (1998), Quasi quasi (2002), Bimba – È clonata una stella (2002 e Il cuore altrove (2003), che gli conferisce una maggiore notorietà. Successivamente recita in Se devo essere sincera (2004), La seconda notte di nozze (2005), L’estate del mio primo bacio (2006), Lezioni di cioccolato (2007), I mostri oggi (2009), Gli amici del bar Margherita (2009), La scomparsa di Patò (2010), The Tourist (2010), Una donna per la vita (2011), Asterix & Obelix al servizio di Sua Maestà (2012), Mi rifaccio vivo (2013), di Sergio Rubini, Smetto quando voglio (2014), Sei mai stata sulla Luna? (2015), Latin Lover (2015), di Cristina Comencini, e Smetto quando voglio – Ad honorem (2017).

9. Ha preso parte a produzioni televisive. Nel corso degli anni Marcorè è diventato un volto noto anche in televisione, partecipando a serie come E poi c’è Filippo (2006), Tutti pazzi per amore (2008-2010), Fuoriclasse (2011-2015), Questo nostro amore (2012-2017) e I Medici (2019). Ha inoltre recitato nei film Papa Luciani – Il sorriso di Dio (2006), Amore oggi (2014), Una Ferrari per due (2014) e Le nozze di Laura (2015).

8. È un noto doppiatore. Marcorè è divenuto noto anche come doppiatore, avendo ad esempio prestato la propria voce per film d’animazione come Il principe d’Egitto (1998), Momo alla conquista del tempo (2001), Ant Bully – Una vita da formica (2006), Up (2009), Cattivissimo me 2 (2013) e Kubo e la spada magica (2016). Ha poi partecipato al doppiaggio italiano dei film Midnight in Paris (2011), dove doppia il personaggio di Dalì, e Il libro della giungla (2016), dove è invece la voce di Baloo.

Neri Marcorè è il suo vero nome

7. Il suo non è un nome d’arte. Per quanto in molti siano convinti che il suo sia un nome d’arte, Neri è realmente il nome dell’attore. Questo ha origini medievali, e sembra avere origine per aferesi da nome come Raineri e Guarneri. In latino deriva da niger, avendo dunque come significato appunto quello di persona dalla carnagione o dai capelli neri. Un’altra origine del nome è quella ebraica, dove ha il significato di “la mia luce”.

Neri Marcorè: le sue imitazioni

6. È particolarmente apprezzato per le sue imitazioni. Un altro dei motivi della fama di Marcorè sono senz’altro le imitazioni da lui realizzate. Nel corso ha infatti preso parte a programmi televisivi di informazione politica, mettendo in atto delle gag comiche nel quale imitava i principali politici del momento, estremizzandone le caratteristiche e il pensiero. Tra questi si ricordano Pier Ferdinando Casini e Antonio di Pietro, ma è anche noto per l’imitazione di Alberto Angela, particolarmente apprezzata anche dallo stesso.

Indietro