Avengers: Infinity War, 10 errori dei Vendicatori nella lotta contro Thanos

I Vendicatori hanno notoriamente perso contro Thanos in Avengers: Infinity War, con la conseguente eliminazione di metà della popolazione. Ma come avrebbero potuto agire diversamente?

14432

Nella primavera del 2018, il pubblico è rimasto realmente sconvolto dalla sequenza di Avengers: Infinity War in cui il malvagio Thanos schiocca le dita, servendosi dell’Guanto dell’Infinito per spazzare via la metà di ogni forma di vita nell’universo, compresi diversi Vendicatori amati dai fan: per la prima volta, i potenti Vendicatori hanno subito la loro prima ignobile perdita.

Nonostante il definitivo ribaltamento delle conseguenze dello snap di Thanos in Avengers: Endgame, molti fan hanno passato gli ultimi anni a chiedersi come la battaglia originale con il Titano Pazzo avrebbe potuto essere vinta. In effetti, ci sono un mucchio di decisioni sbagliate prese dagli Eroi più forti della Terra nel corso della battaglia e, se fossero state fatte scelte diverse, probabilmente le sorti dell’universo sarebbero state altrettanto differenti.

10Abbandonare Ultron

Quando Tony Stark intraprese il progetto Ultron, lo considerò come una potenziale “armatura del mondo”, qualcosa che avrebbe potuto proteggere la Terra dalle minacce che i Vendicatori non riuscivano a superare. Tuttavia, la programmazione di Ultron andò in tilt, inducendo l’IA a tentare la distruzione del mondo, con i Vendicatori che riuscirono a malapena ad evitare l’estinzione di tutta l’umanità.

Anche se Tony e gli altri Vendicatori hanno comprensibilmente abbandonato Ultron dopo l’incidente di Sokovia, rimane il fatto che, se l’idea fosse stata perfezionata, avrebbe potuto fare la differenza nella battaglia contro Thanos in Avengers: Infinity War. Se un’unità funzionale di Ultron fosse stata sul posto quando Thanos ha attaccato, forse la battaglia avrebbe potuto essere vinta prima ancora che il Titano Pazzo mettesse piede sul suolo terrestre.

Indietro