The Last of Us: HBO rinnova lo show per una seconda stagione

-

HBO ha rinnovato The Last of US per la seconda stagione più in fretta di quanto ci si aspettasse. La rete ha ordinato una seconda stagione della versione in serie dell’omonimo videogioco per PlayStation dopo che sono stati trasmessi solo due episodi, con il terzo set che andrà in onda questa domenica su HBO e HBO Max e lunedì su Sky, in Italia.

Neil Druckmann, sviluppatore del gioco che lavora alla serie insieme a Craig Mazin, ha dichiarato: “Sono onorato e francamente sopraffatto dal fatto che così tante persone si siano sintonizzate e si siano connesse con la nostra rivisitazione del viaggio di Joel ed Ellie. La collaborazione con Craig Mazin, il nostro incredibile cast e troupe e HBO ha superato le mie già alte aspettative. Ora abbiamo il piacere assoluto di poterlo fare di nuovo con la seconda stagione! A nome di tutti in Naughty Dog e PlayStation, grazie!”

La mossa di rinnovare la serie non sorprende, poiché è stata un successo sia di critica che di pubblico. Oltre alle ottime recensioni con un punteggio di approvazione della critica del 97% su Rotten Tomatoes, l’episodio due ha raggiunto 5,7 milioni di spettatori su HBO e HBO Max negli Stati Uniti domenica scorsa. Ciò rappresenta un salto del 22% rispetto ai 4,7 milioni che si sono sintonizzati sul primo episodio, segnando la più grande crescita del pubblico della seconda settimana per qualsiasi serie drama HBO nella storia della rete. Inoltre, HBO ora afferma che l’episodio uno ha raggiunto 22 milioni di spettatori a livello nazionale da quando ha debuttato il 15 gennaio.

Il produttore esecutivo e showrunner Craig Mazin ha detto: “Sono così grato a Neil Druckmann e HBO per la nostra partnership, e sono ancora più grato ai milioni di persone che si sono unite a noi in questo viaggio. Il pubblico ci ha dato la possibilità di continuare e, in quanto fan dei personaggi e del mondo creato da Neil e Naughty Dog, non potrei essere più pronto a rituffarmi”.

Secondo il logline ufficiale, la serie “si svolge 20 anni dopo che la civiltà moderna è stata distrutta. Joel (Pedro Pascal ), un sopravvissuto incallito, viene ingaggiato per far uscire di nascosto Ellie (Bella Ramsey), una ragazza di 14 anni, da una opprimente zona di quarantena. Quello che inizia come un piccolo lavoro diventa presto un viaggio brutale e straziante mentre entrambi devono attraversare gli Stati Uniti e dipendere l’uno dall’altro per la sopravvivenza.”

In The Last of US ci sono Pedro Pascal e Bella Ramsey nei panni di Joel ed Ellie, Nico Parker (Dumbo) nei panni della figlia di Joel, Sarah, Anna Torv (Mindhunter) nei panni di Tess, e Merle Dandridge (The Flight Attendant) mentre riprende il ruolo del video. giochi nei panni di Marlene, la leader di un gruppo di resistenza noto come le lucciole. Nel cast anche Jeffrey Pierce (Bosch) nei panni di Perry, Murray Bartlett (The White Lotus) nei panni di Frank, Con O’Neill (Chernobyl) nei panni di Bill e Storm Reid (Euphoria) nei panni di Riley.

Già apprezzatissima dalla critica internazionale e italiana, la serie racconta una storia che si svolge vent’anni dopo la distruzione della civiltà moderna. Joel, un sopravvissuto, viene incaricato di far uscire Ellie, una ragazzina di 14 anni, da una zona di quarantena sotto stretta sorveglianza. Un compito all’apparenza facile che si trasforma presto in un viaggio brutale e straziante, poiché i due si troveranno a dover attraversare gli Stati Uniti insieme e a dipendere l’uno dall’altra per sopravvivere. La serie è scritta da Craig Mazin (Chernobyl) e Neil Druckmann (il videogioco The Last Of Us) che ne sono anche i produttori esecutivi. The Last of US  è una co-produzione Sony Pictures Television con Carolyn Strauss, Evan Wells, Asad Qizilbash, Carter Swan, e Rose Lam come produttori esecutivi. La serie è prodotta da PlayStation Productions, Word Games, The Mighty Mint, e Naughty Dog.  

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -