Pretty Little Liars: 10 cose che non sai sulla serie e il cast

6688
pretty little liars

Pretty Little Liars ha intrattenuto e appassionato per ben sette stagioni il pubblico di tutto il mondo. Una serie di mistero rivolta ad un pubblico di ragazze, la storia delle quattro amiche Emily, Hanna, Aria e Spencer è piena di mistero, segreti, intrighi e stile.

E intanto, cosa non sapete su Pretty Little Liars? Ecco dieci curiosità sulla serie, e dove vederla in streaming in Italia, per un bel ripasso prima dell’arrivo dello spin-off Pretty Little Liars: The Perfectionists.

Pretty Little Liars: curiosità

pretty little liars

1. In Pretty Little Liars, ci sono A nascoste ovunque sul set. “L’intero set, a volte, aveva la forma di una A” ha raccontato Jakub Durkoth, uno dei production designer che ha lavorato alla serie dalla stagione tre alla stagione sette, “A volte, le planimetrie avevano la forma di una A, le travi avevano la forma di una A, a volte creavamo delle ombre con le travi a forma di A, per creare la forma di una A sul pavimento.

2. Alcuni set di Pretty Little Liars sono di Gilmore Girls. Come? Sia Gilmore Girls che Pretty Little Liars sono stati girati nel Warner Bros. Midwast Street Lot. Ovviamente, i set sono stati rifatti: il ristorante di Luke è diventato l’Apple Rose Grille, e il portico delle Gilmore è diventato quello di Emily.

3. Ashley Benson ha suggerito la canzone della sigla di Pretty Little Liars. È diventata una canzone oramai iconica, Secret delle The Pierce. Calza a pennello la serie, ma non fu scritta appositamente. Fu infatti Ashley a sentire la canzone per prima, e pensò immediatamente che fosse perfetta per la serie.

Pretty Little Liars: il romanzo

4. L’autrice di Pretty Little Liars, Sara Shepard, si ispirò alla storia di una vicina che fu rapita. “Da piccola avevo una vicina, una donna dell’età di mia madre, che era stata rapida da ragazzina” ha raccontato a Cosmopolitan, “Credo che mia madre fosse affascinata [dalla cosa]. Veniva sempre da me e mi sussurrava ‘Lo sai che la vicina è stata rapita da giovane?’ In seguito, mi trasferii a Philadelphia e qui avevo un’altra amica che fu rapita, e non ne parlava mai. E quindi, ho sempre avuto paura di essere rapita. Mi ricordo che pensavo: ‘Cosa succede quando qualcuno ti prende? Cosa succede dopo?’”

5. Il fato di Toby è rimasto in sospeso per un bel po’. Come ha raccontato Troian Bellisario, che interpreta spencer, Toby si suicida nel secondo libro di Pretty Little Liars. “Abbiamo fatto entrare questo personaggio nel cast, e di parlava di cose come ‘Le cose andranno come previsto?’ Ma il pubblico lo amava così tanto, voleva che restasse.

Pretty Little Liars: cast

pretty little liars

6. Sasha Pieterse, AKA Alison, aveva dodici anni quando divenne parte del cast di Pretty Little Liars. Nelle interviste, si allude al fatto che lei abbia un po’ mentito sulla propria identità per ottenere la parte. Quando, però, i pezzi grossi di PLL realizzarono quanto fosse giovane, era oramai troppo tardi: avevano già girato il pilot.

7. Originariamente, Ashley Tisdale doveva fare parte del cast di Pretty Little Liars. Ebbene sì. Decise però di rinunciare allo show, per recitare in un’altra serie, Hellcats. Questa serie parlava di cheerleader e, purtroppo per Ashley, fu cancellata dopo una stagione.

8. In Pretty Little Liars, il cast avrebbe potuto essere molto diverso. Shay Mitchell, infatti, fece il provino per il ruolo di Spencer hasting, e Sasha Pieterse fu presa in considerazione per il ruolo di Hanna Marin. Lucy Hale, poi, era inizialmente interessata inizialmente alla parte di Hanna.

9. Per Pretty Little Liars, al cast fu richiesto di mantenere un certo aspetto. Nel suo libro autobiografico Odd Birds, Ian Harding, ovvero Ezra, ha rivelato di essere stato obbligato per contratto ad avere lo stesso taglio di capelli e a rasarsi il petto sin dalla stagione uno.

10. Ashley Benson ha avuto l’idea dei tatuaggi coordinati per il cast di Pretty Little Liars. Nessuna (delle Liars) erano entusiaste dell’idea, all’inizio” ha raccontato Ashley, “Poi, quando stavamo per finire, io dissi tipo ‘Io mi faccio un tatuaggio, chiunque voglia unirsi…’. A quel punto, tutte decisero che erano d’accordo. Ma c’era tutta la questione del cosa farsi… Io ho pensato, facciamo semplicemente le prime lettere dei nostri nomi. (…) Loro volevano farselo sulla caviglia o in altri posti, e io amo i tatuaggi sulle dita, e ho pensato che sarebbe stato bello se avessimo fatto il dito che fa ‘shhh’”.

Pretty Little Liars: streaming Italia

Dove vedere Pretty Little Liars in Italia in streaming? La serie è stata trasmessa sui canali Mediaset, e ora è disponibile in streaming su Netflix Italia.

Fonti: Seventeen, Cosmopolitan