E venne un giorno, un giorno diverso dagli altri, in cui gli eroi più potenti della terra si unirono contro una minaccia comune! Quello fu il giorno in cui nacquero i Vendicatori: per combattere quei nemici che nessun supereroe, da solo, avrebbe mai potuto affrontare! Per ogni amante dei fumetti Marvel che si rispetti, queste righe, poste in apertura di ogni storia dei Vendicatori (o Avengers, rispettando l’originale americano), sono quasi un mantra… beh, ormai, più o meno ci siamo: manca veramente poco prima che ‘quel giorno’ giunga anche sotto il profilo cinematografico…

 

Per arrivarci, ci sono voluti due film di Iron Man, uno dedicato ad Hulk (quello firmato da Ang Lee, è un caso a parte) e per finire i lungometraggi con protagonisti Thor e Capitan America.

Il 25 aprile, li vedremo tutti, finalmente, riuniti sul grande schermo, assieme alla Vedova Nera (presentata nel secondo Iron Man) e a Clint Barton (alias Occhio di Falco, visto di sfuggita in Thor), a combattere Loki, dio nordico della menzogna, che dopo aver dato del filo da torcere al fratellastro Thor, si dedicherà ora a minacciare l’intero Pianeta.

Sul plot della ‘madre di tutti i Marvel Movie’, ovviamente è stato mantenuto il massimo riserbo, ma l’idea di base (i ‘più potenti eroi della Terra’ che si uniscono per combattere le macchinazioni di Loki), è la stessa che diede lo spunto per la creazione degli Avengers sulla carta stampata, nel lontano 1963.

Il cast  vede riuniti quasi tutti gli interpreti dei lungometraggi precedenti: da Robert Downey Jr., un fenomenale Tony Stark/Iron Man, a Chris Evans/Capitan America, passando per Chris Hemsworth/Thor. Scarlett Johansson torna a vestire i panni della superspia Vedova Nera, Jeremy Renner quelli di Barton; non poteva mancare Samuel L. Jackson/Nick Fury. Già visto in precedenza (nei due Iron Man e in Thor) Clark Gregg, nel ruolo dell’agente Coulson, mentre Stellan Skarsgaard torna in quello del professor Selvig di Thor. Nuova entrata, Coby Smulders nella parte della vice di Nick Fury, Maria Hill.  Thom Hiddleston  vestirà ancora una volta i panni Loki, dopo avergli dato vita, in modo magistrale, in Thor.

L’unica eccezione, è quella di Hulk/Bruce Banner: a interpretarlo era stato in precedenza Edward Norton e la scelta fu in quel caso felicissima; tuttavia lo stesso Norton ha rapidamente declinato l’offerta di partecipare al colossal sugli Avengers: al suo posto Mark Ruffalo, che a dire la verità suscita qualche dubbio, vedremo se la sua interpretazione fugherà le perplessità iniziali.

Alla guida di quella che si preannuncia essere una roboante macchina da guerra, c’è Joss Whedon, uno che ha saputo senz’altro dove mettere le mani, visto che si è lasciato ampiamente apprezzare, oltre che come autore televisivo, anche come sceneggiatore di fumetti, lavorando tra l’altro proprio per la Marvel (scrivendo tra l’altro un ciclo di storie degli X-Men). Lo stesso Whedon assieme a Zack Penn, ha steso la sceneggiatura. Come ormai d’abitudine del film del genere, gli spettatori la potranno vedere sia in 3D che in 2D. Tra le curiosità, vi sono la consueta comparsata di Stan Lee, principale (anche se non l’unico) responsabile della nascita dei fumetti della Marvel e quella di Gwyneth Patrow nella parte di Pepper Potts, già recitata nei precedenti film dedicati ad Iron Man. Nell’originale, Paul Bettany dà voce all’I.A. che assiste Tony Stark nella gestione della sua armatura, mentre l’Hulk televisivo Lou Ferrigno darà voce alla sua versione cinematografica. La colonna sonora è stata affidata al veterano Alan Silvestri.

A questo punto, non resta che pazientare ancora qualche settimana, e poi finalmente sapremo cosa la Marvel, assieme alla Disney (distributrice) abbiano in serbo per noi. L’attesa, soprattutto per gli appassionati, si sta facendo sempre più fervente: il rischio, forse, è che un film così tanto atteso, e nel quale si ripongono enormi aspettative, possa alla fine risultare ‘non così entusiasmante’: tuttavia, i trailer già messi in circolazione sono già molto promettenti.