Harry Potter e il Principe Mezzosangue film

Con l’arrivo nelle sale di tutto il mondo del film Harry Potter e la pietra filosofale prese vita una delle saghe fantasy più celebri e dal maggior successo di sempre. È il 2001 quando gli spettatori vengono condotti alla scoperta di Hogwarts e del magico mondo dei maghi. Un mondo nato dalla penna di J. K. Rowling e che ha negli anni conquistato sempre più fan in ogni parte del mondo per le sue tematiche legate alla crescita, all’amicizia e al coraggio. Nel 2009 il viaggio prosegue con Harry Potter e il Principe Mezzosangue, nuovamente diretto da David Yates e basato come sempre sull’omonimo romanzo.

 

Con questo nuovo capitolo la fine si fa sentire sempre più vicina. Il ritorno di Voldemort è ormai fatto noto e accettato, e mai come ora il mondo dei maghi sembra continuamente posto sotto il peso di una terribile minaccia. Per dar vita a questa nuova cupa atmosfera, gli autori si sono sbizzarriti nell’immaginare nuovi scenari, personaggi e situazioni, portando il film ad un budget complessivo di circa 250 milioni di dollari. Questo ha fatto del sesto capitolo l’ottavo film più costoso della storia del cinema. Il film è stato poi particolarmente atteso per via di una serie di già anticipati e temuti risvolti narrativi.

Una volta arrivato in sala, il film si è confermato come un grande successo, arrivando ad un incasso complessivo a livello mondiale di circa 934 milioni di dollari, eguagliando così il risultato dei precedenti capitoli della saga. Ciò spinse ovviamente i produttori a proseguire nella costruzione della saga, preparando da subito i sequel conclusivi. Prima di vedere questi come anche questo sesto capitolo, però, può essere utile approfondire quest’ultimo scoprendo tutte le principali curiosità ad esso legate. Dalla trama al cast e fino alle differenze con il romanzo, proseguendo nella lettura sarà possibile ritrovare tutto ciò.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue: la trama del film

In Harry Potter e il Principe Mezzosangue Voldemort allunga la sua ombra minacciosa sia sul mondo dei Babbani che su quello dei maghi e Hogwarts non è più un posto sicuro e accogliente come in passato. Harry sospetta che i pericoli minaccino anche la scuola, ma Silente concentra la sua attenzione nel prepararlo alla battaglia finale, che sa essere inevitabile. I due insieme cercano di penetrare nelle difese di Voldemort ed allora Silente chiama il vecchio amico e collega Horace Lumacorno, le cui competenze considera fondamentali. Insieme a questi, l’anziano preside istruirà Harry circa l’esistenza degli horcrux, oggetti maledetti contenenti frammenti dell’anima di Voldemort. Solo dopo aver trovato e distrutto questi sarà possibile sconfiggere il Signore Oscuro.

Nel frattempo, gli studenti subiscono gli attacchi di un avversario molto particolare: gli ormoni adolescenziali. Harry è sempre più attratto da Ginny, mentre Lavender Brown sembra aver deciso che Ron è il tipo giusto per lei, scatenando la gelosia di Hermione soffre di gelosia. L’amore sembra dunque nell’aria, ma dovrà ben presto lasciare spazio alla tragedia. Il ritrovamento di un misterioso diario informerà infatti Harry dell’esistenza di un Principe Mezzosangue, la cui natura è quantomai ambigua. Mentre cerca di scoprire di più a riguardo, nell’ombra c’è chi cova un tradimento sofferto quanto necessario affinché il male prenda il sopravvento. Un sacrificio dopo il quale Hogwarts non sarà mai più la stessa.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue

Protagonista del film è nuovamente l’attore Daniel Radcliffe, che ricopre ancora una volta con grande successo il ruolo di Harry Potter. Egli ha in seguito rivelato di considerare questo sesto film come il suo meno preferito della saga. In particolare, Radcliffe ha affermato di non gradire la sua interpretazione, rovinata anche a causa del difficile periodo vissuto in quel momento. Accanto a lui si ritrovano poi Rupert Grint nei panni di Ron Weasley, ed Emma Watson in quelli di Hermione Granger. Quest’ultima rivelò di aver considerato di rinunciare al suo personaggio, decidendo però di continuare ad interpretarlo poiché il suo abbandono sarebbe stato un danno per l’intera saga.

Michael Gambon, invece, riprende nuovamente il ruolo del preside Albus Silente, qui chiamato ad essere particolarmente centrale nella vicenda. Tra i più celebri personaggi della saga, Severus Piton è interpretato dal grande Alan Rickman, mentre Tom Felton torna nei panni di Draco Malfoy, e  Maggie Smith in quelli della professoressa McGranitt. L’attrice, nonostante combattesse in quel periodo contro un tumore al seno, insistette per poter portare a termine le proprie riprese. Robbie Coltrane, invece, è l’interprete del fidato Hagrid. Evanna Lynch riprende i panni della stravagante Luna Lovegood, mentre il premio Oscar Jim Broadbent ricopre l’importante ruolo del professor Horace Lumacorno.

Lord Voldemort è interpretato dal grande attore Ralph Fiennes. Questi lavorò molto per costruire il carattere del personaggio, arrivando anche a stabilire una serie di personali cambiamenti. Egli richiese infatti che i suoi occhi venissero lasciati al naturale, e non tramutati dunque in quelli simili ad un serpente. Ciò gli permetteva di poter comunicare la follia del personaggio anche tramite il proprio vero sguardo. Dalla parte dei cattivi si ritrovano anche Helena Bonham Carter nei panni di Bellatrix Lestrange. Il giovane Hero Fiennes-Tiffin, nipote di Ralph, interpreta qui i panni del giovane Tom Riddle, anni prima che questi assumesse il nome di Lord Voldemort. Questi venne scelto per la somiglianza con lo zio, ma la loro parentela non fu determinante per tale scelta.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue cast

Harry Potter e il Principe Mezzosangue: le differenze tra il libro e il film

Da molti considerato come uno dei romanzi più belli e compiuti della saga, Harry Potter e il Principe Mezzosangue rappresentò tuttavia un grande problema in fase di rielaborazione sotto forma di sceneggiatura. Per dar vita a questa, si dovettero operare diverse differenze, a partire dall’incipit. Il film, infatti, si apre con i Mangiamorte spargere caos e terrore tra le strade di Londra e Diagon Alley. Nel romanzo, invece, l’inizio vede il primo ministro dei maghi, Cornelius Caramel, informare il primo ministro babbano del ritorno di Voldemort, un pericolo anche per la comunità di non maghi. Successivamente, una notevole differenza si riscontra al momento dell’attacco da parte dei Mangiamorte alla dimora della famiglia Weasley, che finirà con l’essere distrutta dalle fiamme. Un episodio che nel libro non avviene.

Parte fondamentale del sesto romanzo sono una lunga serie di flashback attraverso i quali si narrano alcuni episodi della vita di Tom Riddle prima di diventare Voldemort. Nel film tutto ciò viene invece particolarmente ridotto, manifestandosi in due soli flashback. Differente è anche lo scontro che avviene tra Harry e Draco Malfoy, il quale è consapevole di essere pedinato, al contrario di quanto avviene nel libro. Del tutto tagliato dal film è invece lo scontro finale che vede contrapposti professori e studenti di Hogwarts ad un ricco gruppo di Mangiamorte. Un episodio qui eliminato in vista di quello presente nell’ultimo film. Particolarmente ridotta rispetto al romanzo è anche la spiegazione che Piton dà circa il suo rivelarsi come il Principe Mezzosangue, e allo stesso modo tra le parti tagliate si ritrova anche il funerale dell’amato preside Silente.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Per gli appassionati del film è possibile fruire di questo grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Harry Potter e il Principe Mezzosangue è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Infinity, Apple iTunes, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, basterà sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si ha soltanto un determinato periodo di tempo entro cui vedere il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 10 dicembre alle ore 21:20 su Canale 5.

Fonte: IMDb