Il libro della giungla film

Uno dei più fortunati film dell’epoca dei rifacimenti in live action dei classici d’animazione Disney è Il libro della giungla. Basato sull’originale del 1967, che è tutt’oggi tra i più amati film dello studios, il film è diretto da Jon Favreau, regista anche del recente Il re leone, e vanta straordinari effetti di computer grafica, utilizzati per dar vita ai vari personaggi animali tanto amati dal pubblico. A questi, sia nella versione originale che in quella italiana, è stata poi data la voce di alcuni famosissimi attori, cimentatisi qui con un’esperienza totalmente nuova.

La storia è come sempre basata sull’omonimo romanzo di Rudyard Kipling, pubblicato a fine Ottocento. Tuttavia, come avvenne anche per la versione animata, anche questo nuovo rifacimento si discosta molto dalla trama originale, prendendo forme più canonicamente vicine a quelle richieste dal cinema. È così che nei teatri di posa di Los Angeles si sono svolte le riprese, con un intero mondo riprodotto in computer grafica e il piccolo interprete di Mowgli come unico attore in carne ed ossa coinvolto nelle riprese.

Al momento della sua uscita in sala, poi, il film si è affermato come uno dei maggiori successi tra i rifacimenti in live action della Disney. A fronte di un considerevole budget di 175 milioni di dollari, Il libro della giungla è arrivato ad un incasso complessivo di circa 966 milioni a livello mondiale. Con tale cifra, si è affermato come il quarantatreesimo film di maggiore incasso nella storia del cinema. Ben accolto anche dalla critica, le maggiori lodi sono andate agli effetti speciali. I realizzatori di questi hanno poi anche ricevuto il prestigioso premio Oscar.

Il libro della giungla: la trama del film

La storia è quella di Mowgli, cucciolo d’uomo ritrovatosi a crescere nella giungla, allevato da un branco di lupi guidati dal sapiente Akela. A vegliare su di lui vi sono però anche la pantera Bagheera e l’orso Baloo. Con gli anni, il ragazzo cerca sempre più di assomigliare ai suoi amici lupi, si ritrova spesso involontariamente ad agire come un essere umano. Bagheera è preoccupato di ciò, poiché sa che Mowgli non potrà mai nascondere la sua vera natura, e crescendo finirà con l’allontanarsi dal branco. Fino a che è un bambino, però, va assolutamente protetto dai pericoli che si nascondono nella giungla. Il più minaccioso di questi è la tigre Shere Khan, che da tempo ha puntato il ragazzo e vuole farne una sua preda.

La tigre prova infatti una profonda avversione nei confronti degli esseri umani, e non tollera che ve ne sia uno in quello che considera il suo regno. Shere Khan è infatti certo che crescendo Mowgli diventerà una minaccia per tutti, anche per i lupi che l’hanno allevato. Akela, Bagheera e Baloo sono però convinti del contrario, e si oppongono con tutte le loro forze alla tigre. Consapevole di far correre dei rischi ai suoi amici, Mowgli decide però di abbandonarli, intraprendendo un viaggio attraverso la giungla. Qui incontrerà nuovi amici e numerosi pericoli. Ad ogni tappa imparerà qualcosa di più su di sé e sulle leggi che governano la giungla. Ben presto, però, lo scontro con Shere Khan sarà inevitabile.

Il libro della giungla cast

Il libro della giungla: il cast e i personaggi del film

Come anticipato, l’unico attore in carne ed ossa è quello che ha dato volto al giovane Mowgli, protagonista del film. Per trovare il giusto bambino, i produttori hanno dato vita ad audizioni negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Nuova Zelanda e in Canada. Migliaia di bambini sono stati provinati, ma solo uno è riuscito infine a convincere tutti circa le sue qualità. Questi è Neel Sethi, qui al suo primo film. Due settimane dopo essere stato scelto, il giovane attore iniziò le riprese. Queste si rivelarono difficili per lui, che non aveva veri animali con cui interagire sul set. Per aiutarlo, il regista e altri membri della troupe si posizionavano lì dove il bambino doveva immaginare che fossero i personaggi.

Per dar voce ai personaggi animali, invece, Favreau si è rivolto ad una serie di celebri attori di Hollywood, tra cui anche diversi premi Oscar. Il primo da citare è certamente Bill Murray, che dà voce all’orso Baloo. Una performance vocale, la sua, particolarmente apprezzata. Seguono poi Ben Kingsley per la pantera Bagheera, e Idris Elba per la minacciosa tigre Shere Khan. Lupita Nyong’o è invece la lupa Raksha e Giancarlo Esposito il lupo Akela. Per il ruolo di Re Luigi, che passa dall’essere un orango ad un gigantopithecus, è stato invece scelto l’attore Christopher Walken. Anche il personaggio del serpente Kaa è stato modificato, ottenendo qui la voce femminile dell’attrice Scarlett Johansson.

Anche il doppiaggio italiano non è stato da meno nella scelta delle voci dei personaggi. L’orso Baloo è infatti stato affidato a Neri Marcorè, anch’egli molto apprezzato nella parte. Begheera ha invece l’ammaliante voce di Toni Servillo, mentre Violante Placido interpreta Raksha. Il doppiatore Alessandro Rossi, celebre per essere la possente voce di Liam Neeson, dà qui vita allo spietato Shere Khan. Giovanna Mezzogiorno ha dato invece voce al seducente serpente Kaa. Si fa poi notare la partecipazione di Giancarlo Magalli, celebre conduttore televisivo, che offre una convincente interpretazione del mastodontico Re Luigi.

Il libro della giungla: le canzoni, il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Il classico d’animazione, come molti degli altri titoli Disney, è ricco di canzoni famose e divenute addirittura tra le più celebri mai realizzate per i film del celebre studios. Per la versione live action, Favreau ha però scelto di ridurre la presenza di queste, inserendo però ovviamente le amate Lo stretto indispensabile e Voglio essere come te, quest’ultima riscritta per una nuova versione proprio dal suo autore originale Richard M. Sherman. Queste sono cantante dagli stessi interpreti dei personaggi coinvolti, Murray e Walken. La colonna sonora è poi stata pubblicata come album nell’aprile del 2016, dall’etichetta discografica Walt Disney Records.

Dato il successo del film, la Disney ha dato il via libera alla realizzazione di un sequel. Favreau si riconferma alla regia del film, e ha affermato di aver intenzione di far partire le riprese poco dopo quelle de Il re leone. Nel 2018 è stato poi dichiarato che una prima versione della sceneggiatura era pronta, e che la trama si concentrava su ulteriori aspetti del romanzo di Kipling. Ulteriore fonti di ispirazioni sono poi alcune bozze realizzate e poi scartate per la versione animata del 1967. Infine, tra le ultime notizie a riguardo vi è quella che vede il giovane Sethi riconfermato per il ruolo del giovane Mowgli.

Per gli appassionati del film, o per chi desidera vederlo per la prima volta, sarà possibile fruirne grazie alla sua presenza nel catalogo di alcune delle principali piattaforme streaming oggi disponibili. Il libro della giungla è infatti presente su Rakuten TV, Chili Cinema, Tim Vision, Apple iTunes, Amazon Prime Video e, naturalmente, Disney+. In base alla piattaforma scelta, sarà possibile noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale al catalogo. In questo modo sarà poi possibile fruire del titolo in tutta comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre in programma in televisione per domenica 4 ottobre alle ore 21:35 sul Italia 1.

Fonte: IMDb