Bill Murray film

Se c’è un attore che incarna l’ideale dell’antidivo, quello è senza dubbio Bill Murray. Notoriamente difficile da contattare, Murray è particolarmente selettivo con i progetti che gli vengono proposti, sfoggiando sempre un atteggiamento in controtendenza a quello che lo stereotipo di Hollywood vorrebbe.

 
 

Divenuto con gli anni sempre più un’icona vivente, Murray si è distinto come un attore di grande livello, capace tanto di interpretazioni comiche quanto di dar vita a personaggi drammatici e struggenti. È proprio grazie a questi ultimi che ha poi ricevuto alcuni tra i maggiori riconoscimenti della sua carriera. Ecco 10 cose che non sai di Bill Murray.

Bill Murray Scarlett Johansson

Bill Murray: i film in cui ha recitato

10. È stato interprete di celebri film. L’attore debutta al cinema nel 1979 con il film Polpette, per poi ottenere grande popolarità grazie al film Ghostbuster – Acchiappafantasmi (1984). Con la fama raggiunta, prende parte a titoli come La piccola bottega degli orrori (1986), Ghostbusters II (1989), Ricomincio da capo (1993), Ed Wood (1994), con Johnny Depp, Space Jam (1996), L’uomo che sapeva troppo poco (1997), Rushmore (1998), Charlie’s Angels (2000), Osmosis Jones (2001), I Tenenbaum (2001), con Gene Hackman, Lost in Translation (2003), con Scarlett Johansson, Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2004), Broken Flowers (2005), Moonrise Kingom (2012), Monuments Men (2014), St. Vincent (2014), I morti non muoiono (2019), con Adam Driver, The French Dispatch (2020) e On the rocks (2021).

9. È un noto doppiatore. Particolarmente versatile, Murray negli anni ha partecipato anche in qualità di doppiatore ad alcuni noti film. Lo si ricorda in particolare per aver dato voce al celebre gatto Garfield in Garfield – Il film (2004) e Garfield 2 (2006). Ha poi partecipato ai film animati Fantastic Mr. Fox (2009) e L’isola dei cani (2018), diretti entrambi da Wes Anderson. Nel 2016 è la voce di Baloo nella versione live-action di Il libro della giungla, diretto da Jon Favreau.

8. È stato nominato al premio Oscar. Grazie al film Lost in Translation, diretto da Sofia Coppola, Murray ha dato prova di saper gestire un perfetto equilibrio tra toni comici e drammatici. La sua interpretazione del decadente attore Bob Harris gli ha permesso di guadagnare alcuni dei maggiori riconoscimenti della sua carriera. Ha infatti vinto un Golden Globe come miglior attore in un film commedia, e ha ricevuto la sua prima, e attualmente unica, nomination all’Oscar come miglior attore protagonista.

Bill Murray: il suo patrimonio

7. Possiede un ricco patrimonio. Ad oggi Murray continua ad essere uno degli attori più richiesti, e le sue frequenti collaborazioni con alcuni dei maggiori autori di Hollywood gli hanno permesso di essere sempre particolarmente attivo e prolifico. Grazie a tutti i celebri ruoli svolti sino ad oggi, come anche grazie a tutte le attività collaterali al cinema, l’attore ha raggiunto un patrimonio stimato di circa 180 milioni di dollari.

Bill Murray e Scarlett Johansson

6. Nessuno sa cosa le abbia sussurrato all’orecchio. Murray e l’attrice Scarlett Johansson sono stati una meravigliosa coppia nel film Lost in Translation. Uno dei momenti più celebri della loro collaborazione è anche uno dei più grandi misteri del film. Sul finale, prima di separarsi da lei, Murray sussurra qualcosa all’orecchio dell’attrice. Le sue parole sono inudibili e totalmente improvvisate. Ancora oggi nessuno, eccetto la Johansson, sa cosa l’attore abbia effettivamente detto. L’attrice si è solo limitata a dire che si tratta di una di quelle cose che “ti rimettono in pace con il mondo e la vita”.

Bill Murray marmotta

Bill Murray in Space Jam

5. Accettò di interpretare sé stesso. Nel 1996 l’attore interpreta una versione fittizia di sé stesso nel film Space Jam, il quale mischia animazione e live-action, e vede la partecipazione eccezionale del celebre giocatore di basket Michael Jordan. Murray accettò di partecipare essendosi pentito di non aver preso parte al film Chi ha incastrato Roger Rabbit, che mischiava allo stesso modo personaggi animati e reali.

Bill Murray e il cameo in Zombiland

4. Ha avuto un celebre cameo nel film. Uno dei ruoli più iconici di Murray, per assurdo, è in realtà un breve cameo. L’attore compare infatti nel film Zombieland nei panni di sé stesso ma in versione zombie. Inizialmente, tuttavia, non era previsto che l’attore partecipasse. Il cameo era infatti stato scritto per Patrick Swayze, il quale però non poté partecipare per via delle sue condizioni di salute. La parte fu così offerta a Murray, che la rese memorabile.

Bill Murray e la marmotta in Ricomincio da capo

3. Fu realmente morso dalla marmotta.  In Ricomincio da capo, titolo italiano dell’originale Groundhog Day, Murray interpreta un burbero meteorologo costretto a rivivere in continuazione il Giorno della marmotta. Essendo stato realmente a stretto contatto con tale animale, Murray finì con l’essere morso da questo per ben due volte. Fu inoltre costretto a sottoporsi ad un vaccino contro la rabbia, tanto che le ferite erano serie.

2. Era ossessionato dal film. Ricomincio da capo è uno dei titoli più noti e apprezzati nella carriera dell’attore. Lo stesso Murray era talmente ossessionato dal film da telefonare al regista Harold Ramis, suo grande amico, nel cuore della notte per chiedere delucidazioni o consigli. Ramis decise così di farlo parlare con lo sceneggiatore, di fatto evitando ulteriori scocciature. Murray ne rimase così offeso che per anni non rivolse la parola all’amico.

Bill Murray: età e altezza

1. Bill Murray è nato a Wilmette, nell’Illinois, Stati Uniti, il 21 settembre 1950. L’attore è alto complessivamente 187 centimetri.

Fonte: IMDb