La stirpe del male: trama, cast e curiosità sul film horror

-

Quello del falso documentario è un sottogenere particolarmente popolare all’interno del cinema horror. Questo permette infatti di conferire alla storia raccontata l’idea che ciò che si vede si avvenuto realmente, che sia un documento veritiero intorno a determinati eventi. E quando ad essere realistico è l’orrore, questo fa naturalmente ancor più paura. Titoli come Rec o l’iconico The Blair Witch Project sono esempi perfetti di tale filone, in cui si colloca anche il recente La stirpe del male (qui la recensione). Questo è stato diretto nel 2014 dai registi Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett, che avrebbero poi nuovamente collaborato anche per il loro successivo horror, Finché morte non ci separi.

Oltre all’essere realizzato come falso documentario, La stirpe del male utilizza anche l’artificio narrativo del found footage, ovvero del “video ritrovato”. I protagonisti sono infatti soliti riprendere tutto ciò che avviene con la loro videocamera a mano, la cui registrazione sarebbe poi idealmente ritrovata soltanto in seguito e diffusa come film. Si tratta dunque di un espediente che mira a rendere ancor più spaventoso ciò che si sta guardando, rimuovendo quanto più possibile l’esplicitazione della finzione cinematografica. Se anche l’orrore può appropriarsi del reale, diventa sempre più labile il confine tra ciò che è vero e ciò che non lo è, e questo è davvero spaventoso.

Allo stesso tempo, i due registi hanno scelto di infrangere molte delle regole del found footage, poiché il vero focus del film si ritrova nel deteriorarsi della relazione tra i due protagonisti, nel loro essere costretti a guardarsi e amarsi anche attraverso il deterioramento fisico e psicologico. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

La stirpe del male: la trama del film

La storia del film ha per protagonisti Samantha e Zach McCall, coppia di neo sposi. I due, pronti a partire per la loro luna di miele, decidono di riprendere il tutto attraverso una videocamera a mano, con l’intento di realizzare un piccolo documentario personale di quel viaggio speciale ricco d’amore. Recatisi nella Repubblica Dominicana, dove si stanno celebrando le festività del Carnevale, gli sposi si imbattono su una veggente che fa loro delle dichiarazioni particolarmente inquietanti sul futuro di Samantha. Turbati dalla cosa, i due decidono di rivolgersi ad alcuni sciamani del luogo per saperne di più. La loro decisione, però, si rivelerà profondamente sbagliata.

Dopo essere stati condotti in uno strano e angusto locale, con indecifrabili simboli sulle pareti, Zach e Samantha si ritrovano drogati e storditi. Si risveglieranno però nella loro camera da letto, senza alcuna memoria di ciò che è successo loro. A sostituire tale preoccupazione vi è però la scoperta da parte della donna di essere incinta. La notizia si sparge in fretta tra amici e parenti e tutti sembrano entusiasti per la dolce attesa. Questa, però, si rivelerà meno piacevole del previsto. Nel momento in cui il bambino inizia a crescere nella sua pancia, Samantha sviluppa una serie di strani comportamenti, che lasciano intravedere l’arrivo di qualcosa di mostruoso.

La stirpe del male cast

La stirpe del male: il cast del film

Per conferire ulteriore sensazione di realtà a quanto si mostrava nel film, i due registi hanno scelto di ricorre ad una serie di attori poco noti. La presenza di celebrità, infatti, avrebbe finito con il distogliere l’attenzione degli spettatori. Allo stesso tempo, era importante avere attori che potessero passare come personalità qualunque, permettendo così una maggior identificazione in loro. Per questi motivi, per il ruolo di Samantha McCall è stata scelta l’attrice Allison Miller, ritrovabile in serie come Kings, Terra Nova, Tredici e A Million Little Things. Nei panni di suo marito Zach McCall, invece, vi è Zach Gilford, principalmente conosciuto per essere stato uno dei protagonisti della serie Friday Night Lights.

Accanto a loro, si ritrovano alcuni attori noti principalmente per ruoli televisivi. Anche se la loro presenza nel film è ridotta, vantano comunque diversi momenti memorabili. Il primo tra questi è l’attore Sam Anderson nei panni di Padre Thomas. Questi è principalmente noto per aver interpretato il medico Jack Kayson in E.R. – Medici in prima linea e Bernard Nadler in Lost. Madison Wolfe, vista in True Detective e nel film horror The Conjuring 2, interpreta qui Brittany, mentre Aimee Carrero è Emily. Michael Papajohn, noto per aver interpretato Dennis Carradine nella trilogia di Spider-Man, è invece l’ufficiale di polizia. Robert Belushi, figlio dell’attore James, interpreta infine il personaggio di Mason.

La stirpe del male: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. La stirpe del male è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV, Google Play, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, basterà sottoscrivere un abbonamento generale alla piattaforma in questione o noleggiare il singolo film. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà a disposizione soltanto un dato periodo temporale entro cui vedere il titolo. In alternativa, il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di mercoledì 3 agosto alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb

 

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -