Millennium - Quello che non uccide film

Tra i tanti personaggi femminili che negli ultimi anni si sono affermati di più sul grande schermo vi è certamente quello di Lisbeth Salander, l’esperta hacker e vendicatrice nata dalla penna di Stieg Larsson. Arrivata inizialmente sul grande schermo nel 2009 con il volto di Noomi Rapace nella trilogia Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta, questa è poi stata interpretata nel 2011 anche da Rooney Mara nel reboot statunitense Millennium – Uomini che odiano le donne. A distanza di sette anni, nel 2018, il personaggio è tornato al cinema con Millennium – Quello che non uccide (qui la recensione).

 
 

Questo nuovo lungometraggio, diretto da Fede Alvarez (regista noto per La casa e Man in the Dark) e basato sul quarto romanzo della serie Millennium, nonché il primo non scritto da Larsson, il quale era prematuramente scomparso nel 2004. Con il titolo originale di The Girl in the Spider’s Web, il film ha avuto la sua prima mondiale alla Festa del Cinema di Roma, per poi ottenere critiche contrastanti dove si loda per l’interpretazione della protagonista Claire Foy. Da questo progetto, per Alvarez, era importante far emergere una certa originalità rispetto ai precedenti titoli cinematografici. Il racconto si dota dunque di molta più azione e intrecci narrativi.

Con Millennium – Quello che non uccide si è così ribadita una volta di più la forza di Lisbeth Salander come personaggio, alla quale si presume verranno dedicati ulteriori film in futuro, anche per via delle saga letteraria tutt’altro che conclusa. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi al libro, alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Millennium – Quello che non uccide: il libro da cui è tratto il film

Prima di morire improvvisamente nel 2004, il giornalista e scrittore svedese Stieg Larsson riuscì a consegnare alla casa editrice Norstedts una trilogia di romanzi polizieschi, i quali costituiscono la prima parte della serie Millennium. Nelle intenzioni dello scrittore, questa avrebbe dovuto essere composta in tutto da dieci romanzi. Al momento della morte, però, egli aveva sviluppato oltre i primi tre soltanto il quarto e il quinto capitolo. Questi sembrarono dunque destinati a non concretizzarsi mai davvero, se non fosse che nel 2015 il giornalista David Lagercrantz decide di prendere in mano il progetto della serie e farla proseguire.

Nel 2015 pubblica dunque Quello che non uccide, su cui si baserà poi il film di Alvarez, e nel 2017 arriva L’uomo che inseguiva la sua ombra. Questi, pur presentando una storia frutto delle idee di Lagercrantz, si basano su quanto lasciato abbozzato da Larsson. Nel 2019, invece, esce il sesto capitolo della serie, stavolta totalmente ideato da Lagercrantz, il quale ha il titolo La ragazza che doveva morire. Anche questi nuovi volumi hanno ottenuto un buon successo, merito della capacità del nuovo scrittore di allinearsi a quanto stabilito da Larsson. Proprio per via di queste nuove storie, è lecito immaginare che un giorno possano esserne realizzate delle trasposizioni per il cinema.

Millennium – Quello che non uccide: la trama del film

Il film ha per protagonista Lisbeth Salander, una hacker con un passato di abusi e violenze famigliari. Proprio memore di quelle brutte esperienze, Lisbeth è ora divenuta una spietata vendicatrice che impedisce agli uomini di perpretrare ulteriori violenze sulle donne. Un giorno Lisbeth si vede poi assunta da uno scienziato informatico, Frans Balder, per rientrare in possesso di un software che aveva inventato, capace di distruggere le sicurezze nazionali. Nel corso di questa missione Lisbeth verrà presa di mira dagli Spiders, un gruppo di criminali che vuole appropriarsi del programma e sequestrare August, figlio di Balder, per ottenere le password necessarie. Ben presto, la vendicatrice si renderà conto di come in quella vicenda ci sia molto del suo passato, tornato per fare i conti.

Millennium - Quello che non uccide libro

Millennium – Quello che non uccide: il cast del film

Ad interpretare la hacker Lisbeth Salander, come anticipato, vi è l’attrice Claire Foy. Affermatasi grazie alla serie The Crown e vista anche in Il primo uomo, questa è stata scelta da Alvarez per la sua grande capacità di comunicare con lo sguardo senza proferire parola. Una caratteristica che la rende molto simile al personaggio della vendicatrice. La Foy, inoltre, conosceva già bene la saga letteraria, ed espresse subito il suo interesse a ricoprire il ruolo di Lisbeth. Prima di lei, però, erano state considerate per il ruolo anche Scarlett Johansson, Natalie Portman e Alicia Vikander. Rooney Mara si è invece dichiarata particolarmente delusa dalla mancata possibilità di riprendere il personaggio.

 Per dar vita al look del personaggio, fu poi la stessa Foy a suggerire che ogni piercing dovesse essere differente dagli altri. Questo avrebbe lasciato supporre che ognuno è stato fatto in un momento differente della sua vita e porta con sé una propria storia. Nel film sono poi presenti gli attori Sverrir Gudnason nei panni del giornalista Mikael Blomkvist e Lakeith Stanfield in quelli di Edwin Neeham. Stephen Merchant è Frans Balder, mentre Vicky Krieps è la direttrice di Millennium. Dalla parte degli antagonisti si ritrovano invece Sylvia Hoeks nei panni di Camilla, capo dell’organizzazione Spider, e Claes Bang in quelli di Jan Holster, suo braccio destro.

Millennium – Quello che non uccide: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Millennium – Quello che non uccide grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 19 ottobre alle ore 21:30 sul canale TV8.

Fonte: IMDb