mulholland drive

Mulholland Drive è stato definito “il più grande film del XXI secolo”. Un film controverso, secondo alcuni geniale, criptico e inquietante in modo affascinante, è sicuramente uno dei capolavori di Lynch.

 

Cosa non sapete sul film? Ecco dieci curiosità su Mulholland Drive, sul cast e sul significato del film.

Mulholland Drive: trama del film

Una donna dai capelli scuri, Rita, è rimasta senza memoria dopo un incidente d’auto, e si aggira stordita per le strade di Los Angeles, almeno finché non trova rifugio in un appartamento. È qui che viene trovata da Betty, una bionda del Midwest arrivata a Los Angeles in cerca di fama e di una carriera da attrice. Insieme, le due cercando di risolvere il mistero che circonda l’identità di Rita.

Mulholland Drive: curiosità

1. Mulholland Drive nacque come pilot per la tv. David Lynch inventò il nome del film mentre cercava di creare un altro pilot, quello di uno spin-off di Twin Peaks con Mark Frost. Alla fine, però, Lynch decise di scrivere e girare un nuovo Mulholland Drive per la ABC, che non avesse niente a che fare con l’altra serie. Era uno show molto elaborato, per alcuni elementi molto simile al film. La serie fu rifiutata però dalla ABC, con la quale Lynch stava cominciando ad avere un rapporto un po’ difficile. A quanto pare, un rappresentante della ABC disse a Lynch di essersi addormentato durante la visione del pilot. Fu la compagnia francese Canal Plus a comprare poi i diritti del pilot per farne un film: l’episodio fu montato di nuovo, con 50 minuti di girato in più, e diventò il film che conosciamo.

2. La première di Mulholland Drive fu al festival di Cannes. Non solo: addirittura i produttori del film lo videro per la prima volta sullo schermo del Festival.

Mulholland Drive: cast

mulholland drive

3. In Mulholland Drive, la maggior parte del cast è sconosciuta proprio perché doveva essere una serie tv. Se Lynch avesse pianificato dall’inizio di fare di Mulholland Drive un film, Naomi Watts probabilmente non sarebbe nemmeno stata considerata per il ruolo. Infatti, dato che inizialmente doveva trattarsi di una serie tv, Lynch e i direttori del casting decisero di scegliere quegli attori che sarebbero stati disponibili a firmare un contratto a lungo termine. A riguardo, Lynch ha detto: “È un altro paio di maniche quando devi scegliere attori o attrici per una serie tv che potrebbe andare avanti per parecchio tempo”. Su Naomi Watts, però, ha aggiunto: “Era giusta per la parte”.

4. Lynch non fece audizioni per il cast di Mulholland Drive. Prima di entrare a far parte del cast, Naomi Watts ebbe semplicemente una conversazione di trenta minuti con David Lynch dopo la quale venne scelta, così come la maggior parte degli attori principali. Durante una conferenza stampa del 2001, Lynch ha raccontato: “Non faccio mai leggere una scena a nessuno, perché poi voglio cominciare a fare le prove, non importa chi sia (l’attore). Mi faccio solo un’idea a partire da una conversazione. È qualcosa negli occhi. È un sentimento nell’aria. E io so se la persona può interpretare quel ruolo”.

5. Laurea Elena Harring fu coinvolta in un incidente d’auto mentre si recava all’incontro con Lynch. Harring era molto emozionata per l’incontro con Lynch riguardo al personaggio di Rita. Ma, mentre guidava per recarsi all’incontro con il regista, urtò il retro di un’altra auto. Fortunatamente per lei, era la macchina di un altro attore che stava andando ad un provino, e i due semplicemente lasciarono la scena dell’incidente. Fu all’incontro con Lynch che il regista le rivelò che il personaggio di Rita si ritrova vittima di un incidente in una delle prime scene del film.

6. La Harring ebbe un’altra premonizione su Mulholland Drive. Quando Lynch le disse che la ABC non aveva approvato la serie, lei non perse la speranza. Una volta, a quanto pare, disse: “Continuavo a sognare che Mulholland Drive diventava un film. E continuavo a dire (a Lynch) di avere dei presagi: vedevo il noma Rita (quello del personaggio) dappertutto, e vedevo ‘Mulholland’ dappertutto e dissi: ‘Sai, ho proprio la sensazione che questa cosa andrà avanti”.

Mulholland Drive: spiegazione

mulholland drive

7. Il film di Lynch è un film difficile da capire: è tutto tranne che lineare. E il regista si è rifiutato, per Mulholland Drive, di dare una spiegazione. Ovviamente, il regista ama l’ambiguità, e ha deciso di non spiegare le proprie intenzioni per quanto riguarda la narrazione, lasciando agli spettatori e ai critici (il Guardian ha chiesto ad una serie di critici di dare una spiegazione su Mulholland Drive, e alcuni hanno fatto fatica!) l’interpretazione del film. Lynch si è limitato a dare uno slogan al film: “Una storia d’amore nella città dei sogni”. Come tanti film del regista, Mulholland Drive segue una logica onirica ed emotiva, ed è molto difficile da capire, e ogni spiegazione è inevitabilmente complicata. Interessante è la lunga spiegazione dei Cineuforici, che associa ogni scena ad un “mondo” diverso: quello dei sogni, quello del subconscio, e quello della realtà.

8. Lynch, per Mulholland Drive, non dà una spiegazione. Ma ha dato delle indicazioni a riguardo, descrivendo il film così: “Parte uno: lei si ritrova all’interno del mistero perfetto. Parte due: una triste illusione. Parte tre: amore”.

9. La maggior parte delle idee di Lynch vengono dalla meditazione trascendentale. Uno dei motivi per il quale Mulholland Drive non ha una spiegazione precisa, è il processo creativo di David Lynch. Infatti, il regista pratica quella che si chiama meditazione trascendentale, che lui descrive come un modo per “espandere la coscienza”. Quando gli fu dato il via libera per il film di Mulholland Drive, Lynch non aveva idee. Non ci aveva nemmeno pensato. Quando dovette però mettere delle idee però su bianco, racconta, meditò, e fu così che “tutte le idee arrivarono, tutte insieme”.

10. Mulholland Drive e il significato: gli indizi della campagna promozionale. All’uscita del film, al regista fu chiesto di fornire dieci indizi sul film per la campagna promozionale. Tra questi, ci sono cose come “Fate attenzione alle apparizioni della lampada rossa”, “Fate caso alla vestaglia, al posacenere, alla tazza di caffè”, e “Dov’è la zia Ruth?”. Le altre indicazioni per svelare il significato di Mulholland Drive, le potete trovare su mulholland-drive.net.

Mulholland Drive: trailer

Il classico film di Lynch è uscito in versione restaurata nel 2017, e Mulholland Drive ha un trailer fantastico: eccolo.

Mulholland Drive: streaming in italiano

Dove guardare Mulholland Drive in streaming in italiano? Purtroppo, Mulholland Drive non è in streaming su Netflix. Per quanto riguarda i servizi in abbonamento, però, lo troverete su Infinity TV. Per noleggiare o acquistare il film invece, andate su Rakuten TV, oppure su Google Play o iTunes.

Fonti: Mental Floss