Signs: trama, cast e curiosità sul film con Mel Gibson

-

Negli anni il regista M. Night Shyamalan ci ha abituato a film carichi di tensione, dove a far paura è più ciò che si teme avverrà piuttosto di ciò che poi realmente avviene. Opere come Unbreakable – Il predestinato, The Visit e Split sono esemplari a riguardo, presentando atrmosfere suggestive e inquietanti e dimostrando tutta la maestria del regista nel rendere questo il punto di forza dei suoi lavori. Un altro celebre titolo della sua filmografia, distintosi a sua volta per la tensione che si genera nell’attesa del finale, è Signs, thriller di fantascienza del 2002 incentrato su un’annunciata invasione aliena.

Come al solito per Shyamalan, prima di arrivare al climax della storia si hanno a disposizione soltanto elementi attraverso cui si costruisce la tensione vera e propria. Indizi, segnali, avvenimenti inspiegabili, tutto ciò porta a sviluppare una certa inquietudine senza però aver realmente visto qualcosa di spaventoso. Ancora oggi Signs è considerato uno dei film più affascinanti del regista, un diretto prodotto della paura che si è rapidamente diffusa negli Stati Uniti post 11 settembre. È proprio alla luce di tale evento che va guardato questo film, il quale riflette sulla paura dello straniero, in questo caso l’alieno, ma anche sulla speranza e la fede necessarie a superare ogni momento buio.

Con un incasso di oltre 400 milioni di dollari, si tratta di uno dei maggiori successi del regista, un esempio brillante di costruzione della suspence che non manca di suscitare ammirazione ancora oggi. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

La trama di Signs

Protagonista del film è il pastore protestante Graham Hess, il quale si trova a vivere una profonda crisi spirituale in seguito alla morte della moglie Colleen per un tragico incidente stradale. Abbandonata la professione e la fede in seguito a tale evento, Graham vive ora in una isolata fattoria con il figlio asmatico Morgan, la figlia Bo e suo fratello minore Merrill, un giocatore di baseball ormai fallito. La loro tranquillità viene nuovamente sconvolta nel momento in cui una serie di cerchi e segni nel grano compaiono tanto nella loro piantagione quanto in altre parti del mondo.

La comparsa di strane luci nel cielo e alcuni spaventosi avvistamenti di strane creature non faranno che togliere ogni dubbio. Ben presto, alla popolazione mondiale diventa infatti chiaro che un’invasione aliena sta per avere luogo. Graham non è però disposto a perdere un altro membro della sua famiglia e decide pertanto di barricarsi dentro la sua casa per proteggere i suoi cari. Sarà a quel punto che gli extraterresti si manifesteranno, con intenzioni ancora ignote. Nel momento in cui qualcosa tenterà violentemente di entrare dentro la loro casa, però, Graham si troverà a dover escogitare un piano di sopravvivenza.

Signs cast

Il cast di attori e gli alieni di Signs

Per interpretare il protagonista Graham Hess, Shyamalan sapeva sin da subito di volere l’attore Mel Gibson. Per lui, infatti, egli incarna il tipo d’uomo che farebbe di tutto pur di proteggere la propria famiglia. L’attore, in realtà, ha raccontato di essersi trovato destabilizzato dal personaggio del pastore, non essendo abituato ad interpretare ruoli così introspettivi. Dopo aver letto la sceneggiatura, tuttavia, si rese conto di non riuscire a non pensare alla storia in essa raccontata, decidendo dunque di accettare la parte. Ad aiutarlo ad entrare nel personaggio ci ha poi pensato il trovarsi faccia a faccia con i cerchi nel grano realizzati dalla produzione, da Gibson giudicati estremamente suggestivi.

Nel ruolo di suo fratello Merrill avrebbe dovuto esserci l’attore Mark Ruffalo, il quale però dovette rinunciare a poche settimane dalle riprese per via di una delicata operazione al cervello. Al suo posto è stato scelto Joaquin Phoenix, mentre i figli di Graham, Morgan e Bo, sono interpretati da Rory Culkin e Abigail Breslin, quest’ultima al suo debutto cinematografico. Gli attori Cherry Jones e Patricia Kalember interpretano invece l’ufficiale Paski e Colleen, la moglie di Graham. Nel film compare poi anche lo stesso Shyamalan nei panni di Ray Reddy, l’uomo coinvolto nell’incidente in cui perde la vita la moglie del protagonista.

Per quanto riguarda gli alieni presenti nel film, originariamente Shyamalan voleva che questi fossero invisibili. Non riuscendo però ad ottenere l’effetto desiderato, decise di scartare tale idea. Gli alieni, inoltre, avrebbero dovuto avere dei corpi e dei movimenti prevalentemente femminili, ma in fase di prova l’effetto risultò poco minaccioso e si decise dunque di abbandonare anche questa idea. Un’altra idea scartata è stata quella di dotare gli alieni di abilità di camuffamento simili a quelle usate dagli alieni del film Predator. Nonostante si parli di tali creature per tutto il film, inoltre, queste si manifestano in realtà soltanto per circa un minuto e mezzo.

Il trailer di Signs e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Signs grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Amazon Prime Video e Disney+. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 23 febbraio alle ore 21:10 sul canale Rai Movie.

Fonte: IMDb

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -