The Social Network film

Per il regista Quentin Tarantino non ci sono dubbi: The Social Network è il miglior film del decennio appena conclusosi. Il titolo diretto nel 2010 dall’acclamato David Fincher (Fight Club, Zodiac) si è infatti affermato come una lucida riflessione sul potere e sulle conseguenze che questo porta inevitabilmente con sé nelle vite di chi ne è dotato. La vicenda è incentrata sulla fondazione di Facebook e sulla figura del suo ideatore, Mark Zuckerberg, attraversando le origini e gli sviluppi di quello che ad oggi è il social network che ha cambiato il mondo della comunicazione.

 

Il film è stato scritto dal celebre Aaron Sorkin, che proprio grazie a questo suo lavoro ha poi vinto il premio Oscar per la miglior sceneggiatura non originale. Questa è infatti basata sul romanzo Miliardari per caso – L’invenzione di Facebook: una storia di soldi, sesso, genio e tradimento, scritto e pubblicato nel 2009 da Ben Mezrich. All’interno di questo si approfondiscono i retroscena di tale portentosa invenzione, come anche i casi giudiziari che ne sono seguiti. Fincher costruisce su tale vicenda un film emblematico, che non solo tratta le tematiche della comunicazione e i suoi limiti ma anche dell’incolmabilità di certi desideri, destinati a rimanere irraggiungibili.

Acclamato dalla critica, The Social Network si è da subito affermato come uno dei titoli di punta dell’anno, divenendo uno dei massimi protagonisti durante la stagione dei premi. Questo ha infatti conquistato ben 4 Golden Globe, tra cui quello per il miglior film drammatico, e ben 8 nomination agli Oscar. Qui ha poi vinto i premi per la colonna sonora, il montaggio e la già citata sceneggiatura non originale. Il successo si è poi manifestato anche al box office, dove a fronte di un budget di 40 milioni il film arrivò ad incassarne globalmente circa 224. A dieci anni di distanza tale film rimane ancora un’opera fondamentale per la comprensione del nostro presente e della sua continua evoluzione.

The Social Network: la trama del film

La vicenda del film si apre nel 2003, nell’Università di Harvard, dove il giovane e brillante Mark Zuckerberg si ritrova ad essere lasciato dalla ragazza Erica Albright, per la quale nutre una certa ossessione. Ferito dalla vicenda, lo studente inizia a formare dentro di sé il desiderio di dar vita ad un sito dove poter votare la bellezza delle studentesse del college. Durante la notte, dunque, inizia da subito a lavorare su tale progetto, in compagnia del suo migliore amico Eduardo Saverin. Questi gli fornisce gli algoritmi necessari alla formazione del sito da lui immaginato. Nel giro di poche ore, e con migliaia di foto e nomi caricati in esso, nasce “FaceMash.com”. Tale bravata non passa però inosservata, e ben presto Mark si ritrova ad essere punito dall’università per aver violato la privacy delle studentesse.

Il sito viene però notato anche dai gemelli Winklewoss, aitanti campioni di cannottaggio e ambiziosi imprenditori. Questi contattano Zuckerberg con l’intenzione di fare affari insieme, e dar vita a qualcosa di più grande sulla base di quanto da lui già realizzato. Mark inizia così a lavorare con loro, sviluppando l’ambizioso progetto da lui poi battezzato “The Facebook”, un social network online esclusivo per tutti gli studenti di Harvard, dove è possibile condividere le proprie informazioni con gli altri in modo sicuro. Anche in questo caso l’invenzione di Mark raggiunge una popolarità inaspettata, e non tardano ad arrivare richieste di espansione del sito. Nel giro di breve, Zuckerberg si ritrova a capo di qualcosa di più grande del previsto. In tutto ciò ovviamente, non mancheranno scontri con quanti lo avevano sostenuto e seguito nel suo progetto.

The Social Network cast

The Social Network: gli attori del film

Per dar vita al film, Fincher si è avvalso della partecipazione di una serie di giovani ma promettenti attori di Hollywood, i quali proprio grazie a questo film conobbero un grande popolarità. Ad interpretare Mark Zuckerberg vi è Jesse Eisenberg, candidato all’Oscar per la sua interpretazione. L’attore, affetto da disturbo ossessivo compulsivo, ha raccontato di aver fatto molta fatica ad entrare nella mentalità del suo personaggio, trovandosi a dover parlare e agire in modi che lui ha sempre rifiutato. Per prepararsi al ruolo, Eisenberg non ha mai incontrato il vero Zuckerberg, ma si è limitato a leggere alcuni suoi saggi universitari, cercando di dedurne la psicologia. L’attore ha inoltre aperto un account segreto su Facebook, studiandone il funzionamento e acquisendo così ulteriori informazioni a riguardo.

Accanto a lui nel film si ritrova poi Andrew Garfield nei panni di Eduardo Saverin, co-fondatore di Facebook. L’attore doveva inizialmente sostenere un provino per il ruolo del protagonista. Il regista decise infine di affidargli il ruolo da lui poi ricoperto, ritenendolo emotivamente più adeguato a questo. Durante le riprese l’attore sviluppò un’ottima amicizia con Eisenberg, e raccontò di aver avuto molta difficoltà a mettere in scena la rivalità tra di loro. Armie Hammer ricopre invece il ruolo dei gemelli Winklewoss. L’attore ha però fisicamente prestato il suo corpo soltanto ad uno di questi. L’altro è infatti interpretato da una controfigura a cui poi è stata digitalmente sovrapposta la faccia di Hammer. Justin Timberlake è invece l’imprenditore Sean Parker. Per interpretarlo, l’attore perse diversi chili, risultando così più giovane di quello che realmente è. Nel film è inoltre presente l’attrice Rooney Mara nel ruolo di Erica Albright, la ragazza bramata da Zuckerberg.

The Social Network: la colonna sonora, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Premiata con l’Oscar, la colonna sonora del film è composta dai musicisti Trent Reznor e Atticus Ross. Questa è stata poi pubblicata sotto forma di album il 15 ottobre del 2010, in concomitanza con l’arrivo del film in sala. Questa riprende le sonorità tipiche dei due musicisti, appartenenti al genere della musica d’ambiente e del rock alternativo. Brani come Pieces Form the Whole, Eventually We Find Our Way, On We March. The Gentle Hum of Anxiety e Soft Trees Break the Fall sono diventati particolarmente celebri. L’album si è inoltre classificato al primo posto nella Top Soundtracks dell’anno. È invece rientrato in posizione numero 20 nella prestigiosa Billboardo 200, indicante gli album più venduti della settimana.

Per gli appassionati è possibile fruire di The Social Network grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Il titolo è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Netflix e Amazon Prime Video. Per vederlo, basterà sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si ha soltanto un determinato periodo di tempo entro cui vedere il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 10 novembre alle ore 21:10 sul canale Rai Movie.

Fonte: IMDb