The Social Network

Quentin Tarantino ha rivelato a gennaio di considerare Dunkirk di Christopher Nolan il secondo miglior film degli anni ’10. L’annuncio ha portato i fan a chiedersi quindi quale fosse il primo, il miglior film dell’ultimo decennio secondo il regista di Django Unchained.

 

La risposta è presto data: The Social Network. In una nuova intervista con Premiere (tramite The Playlist), Tarantino afferma che il film drammatico sulla fondazione di Facebook del 2010 di David Fincher schiaccia tutti i suoi concorrenti e definisce lo sceneggiatore Aaron Sorkin “il più grande dialogista attivo”. Tarantino ha detto: “È The social network, senza dubbio. È il numero uno perché è il migliore, tutto qui! Schiaccia tutta la concorrenza.”

The Social Network si è classificato al 16 posto nella lista dei migliori film di IndieWire degli anni 2010, pubblicata la scorsa estate. “Ci sono film tempestivi, e poi c’è The Social Network, che è stato abbastanza apprezzato nel 2010 da raggiungere otto nomination agli Oscar e in qualche modo sembra feroce e prescientifico ed essenziale ora, quasi un decennio dopo – ha scritto in merito al film Kate Erbland, vicedirettore di IndieWire – The Social Network è sia un’esplorazione elettrizzante e inquieta di come è stato inventato Facebook sia un’accusa accecante di ciò che sarebbe inevitabilmente diventato.”

The Social Network il miglior film degli anni ’10

“So molto di più sul Facebook del 2005 rispetto al 2018, ma so abbastanza per sapere che dovrebbe esserci un sequel – ha detto Sorkin ad AP Entertainment – Sono successe molte cose molto interessanti e drammatiche da quando sono avvenute le vicende con cui si chiude il film, la causa dei Gemelli Winklevoss e Eduardo Saverin. … Ho ricevuto più di una email da [Rudin] con un articolo allegato che diceva: “Non è tempo di un sequel?”.”

Jesse Eisenberg, che è stato nominato come miglior attore protagonista agli Oscar grazie al suo ritratto di Mark Zuckerberg, ha dichiarato a IndieWire lo scorso luglio che era aperto a fare un sequel del film e stava solo aspettando che arrivasse la telefonata da Fincher.