Tonya film

Dissacrante e originale nella sua messa in scena, il film del 2017 Tonya, diretto da Craig Gillespie ripercorre uno dei più clamorosi scandali sportivi nella storia degli Stati Uniti. La storia è infatti basata sulla pattinatrice su ghiaccio Tonya Harding, divenuta leggendaria tanto per i suoi meriti artistici quanto per i burrascosi eventi che la videro coinvolta e la portarono ad avere non pochi problemi con la giustizia. A darle volto è l’attrice Margot Robbie, divenuta dopo The Wolf of Wall Street una delle più apprezzate e richieste interpreti di Hollywood.

 

Girato in stile mockumentary, con tanto di finte interviste e rottura della quarta parete, il film riporta i reali eventi attraverso una chiave di lettura inedita. Tutto si basa infatti sull’inaffidabilità dei personaggi protagonisti e del loro racconto. Attraverso di questi, infatti, si ottengono più punti di vista sull’evento principale, portando ad un ritratto della Harding che in parte la dipinge come la vera vittima dell’accaduto. La sceneggiatura del film è stata scritta da Steven Rogers, il quale ha avuto l’intuizione dopo aver visto un documentario sul pattinaggio su ghiaccio dove si menzionava la Harding.

Dopo essere stato presentato in anteprima al Toronto Film Festival, Tonya è diventato uno dei titoli di maggior successo della stagione, guadagnando consensi dalla critica e dall’industria. Diversi sono infatti i premi ottenuti dal titolo, a cui si aggiungono tre nomination ai premi Oscar. Anche al box office il film si è affermato con un ottimo risultato. A fronte di un budget di 11 milioni di persone, questo è infatti riuscito a guadagnarne circa 53 in tutto il mondo. In particolare, ad aver segnato il successo della pellicola sono state le interpretazioni dei protagonisti, come anche la costruzione del racconto particolarmente accattivante.

Tonya: la trama del film

Il film inizia con il raccontare la vita di Tonya Harding sin dalla sua infanzia, seguendola poi attraverso la sua difficile crescita tra una madre particolarmente severa e la passione per il pattinaggio. A causa della sua bassa estrazione sociale e del suo atteggiamento aggressivo, però, Tonya non sembra destinata a possedere la grazia necessaria all’ottenimento di validi risultati in questa disciplina. La giovane non vuole però demordere, e assunta una preparatrice inizia ad impegnarsi sempre più per dimostrare le proprie capacità. In breve, riesce realmente ad affermarsi come una talentuosa pattinatrice, stabilendo anche importanti record e primati.

Al di fuori dello sport, Tonya frequenta invece lo scapestrato Jeff Gillooly, un giovane dalle dubbie capacità. I due, molto innamorati, finiscono per sposarsi, ma la loro relazione viene da subito segnata da una serie di abusi e violenze reciproche. Queste si riveleranno una fonte di grande stress per la pattinatrice, che inizia a riportare i turbamenti della propria vita privata anche nella sua vita pubblica. Le sue prestazioni iniziano infatti a calare, vedendosi superata dalla rivale Nancy Kerrigan. Mentre si prepara ai campionati del 1994, Tonya manifesta sempre più squilibri, i quali la porteranno a compiere gesta gravi e da cui non è più possibile tornare indietro.

Tonya: il cast del film

Ad interpretare il ruolo di Tonya Harding vi è la celebre attrice Margot Robbie. Questa rivelò in seguito di non essere stata a conoscenza del fatto che la sceneggiatura si basava su una storia vera. Fu soltanto dopo aver terminato la lettura della sceneggiatura che scoprì la storia di Tonya, iniziando a documentarsi su di lei. L’attrice guardò infatti quanti più video possibili su di lei, cercando di riprodurne gli atteggiamenti e il modo di parlare. Per poter girare personalmente le scene di pattinaggio, limitando la presenza di controfigure, la Robbie praticò tale sport per circa quattro mesi, raggiungendo il livello richiesto. Dovette infine sottoporsi ad un lavoro di trucco volto ad “imbruttirla” e farla assomigliare alla vera Tonya.

Il ruolo della madre della protagonista, LaVona, è invece stato scritto appositamente per l’attrice Allison Janney, nota per la sit-com Mom. L’interprete ha in seguito dichiarato di essersi approcciata al personaggio cercando di non giudicarlo. Questo è stato per lei il ruolo più complesso della sua carriera, richiedendo una caratterizzazione particolarmente complessa. L’interpretazione è però valsa alla Janney un Oscar come miglior attrice non protagonista. Sebastian Stan, meglio noto per essere Bucky Burnes nell’MCU, è qui Jeff Gillooly, marito di Tonya. Julianne Nicholson interpreta l’allenatrice Diane Rawlinson, Paul Walter Hauser è il goffo Shawn Eckhardt e Bobby Cannavale ricopre i panni di Martin Maddox.

Tonya cast

Tonya: la vera storia dietro il film

Come affermato anche dallo stesso sceneggiatore, il film non è basato sugli effettivi eventi svoltisi nel 1994. Esso è piuttosto il frutto di una serie di interviste con le vere persone coinvolte, da Tonya al marito Jeff. Queste hanno fatto emergere una serie di punti di vista diversi e spesso contraddittori tra loro. Unendo tutto ciò, Rogers diede vita ad un ritratto variegato, che porta alla luce nuovi aspetti della storia. Al di là di ciò, nella realtà degli eventi, Tonya era però realmente in competizione con Nancy Kerrigan. Questa subì poi un attacco orchestrato dal marito di Tonya e il suo amico Shawn. L’aggressione avviene in seguito ad un allenamento, e la pattinatrice si ritrova improvvisamente con il ginocchio spezzato.

L’FBI riesce però a catturare i due aggressori dopo aver ascoltato Shawn vantarsi dell’accaduto. In breve, la stessa Tonya viene accusa di essere complice e consapevole di quanto sarebbe accaduto alla rivale. La campionessa diventa così il bersaglio dei mass media, e la sua carriera cade ben presto in rovina. Dopo aver partecipato alle Olimpiadi, dove si classifica ottava, Tonya è poi chiamata al processo. Durante questo riesce evitare il carcere, ma si ritrova condannata ad una squalifica a vita dal pattinaggio. Termina così la sua carriera in tale disciplina, ma il suo nome rimarrà per sempre impresso in essa non solo per gli scandali ma anche per i grandi traguardi raggiunti.

Tonya: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Per gli appassionati del film, o per chi desidera vederlo per la prima volta, sarà possibile fruirne grazie alla sua presenza nel catalogo di alcune delle principali piattaforme streaming oggi disponibili. Tonya è infatti presente su Rakuten TV, Chili Cinema, Tim Vision e Apple iTunes. Per poter usufruire del film, sarà necessario sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. In questo modo sarà poi possibile vedere il titolo in tutta comodità e al meglio della qualità video, senza limiti di tempo. Il film è inoltre in programma in televisione per giovedì 22 ottobre alle ore 21:20 sul canale Rai 3.

Fonte: IMDb, HistoryvsHollywood