Train to Busan film

Gli zombie sono da sempre tra le creature più spaventose e significative viste al cinema. Nel corso degli anni, attraverso gli innumerevoli film che li hanno resi protagonisti, questi hanno assunto significati metaforici sempre diversi, rinnovandosi continuamente di pari passo al trasformarsi della società. Generalmente, si è soliti vedere gli zombi da un punto di vista del cinema statunitense, ma il film sudcoreano del 2018 Train to Busan (qui la recensione) ha significativamente ribaltato tale prospettiva. Diretto da Yeon Sang-ho, il film ha inoltre presentato una serie di scenari particolarmente accattivanti, spostando il grosso dell’azione a bordo di un treno in viaggio.

Confinando i suoi protagonisti in uno spazio chiuso, il regista e anche sceneggiatore del film ha potuto costruire una vicenda tesa e ricca di colpi di scena. Come anche per Snowpiercer, diretto dal coreano Bong Joon-ho, Train to Busan va a raccontare, attraverso le caratteristiche del suo genere, un tema particolarmente ricorrente nel cinema coreano. Si tratta delle differenze di classe che sconvolgono profondamente la Corea, a cui si aggiungono le inevitabili differenze di trattamento, l’egoismo e l’individualismo, il tutto racchiuso all’interno di un treno che, nel suo viaggiare incurante di quanto sta accadendo, va a rappresentare la stessa vita.

In particolare, inoltre, è da notare come il film rielabori la figura dello zombie, liberandola dagli stereotipi che aveva acquisito nel corso dei decenni. Edgar Wright, autore di film come L’alba dei morti dementi e Baby Driver – Il genio della fuga, lo ha indicato come il suo film sugli zombi preferito di sempre. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e al suo sequel. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Train to Busan: la trama del film

Protagonista del film è Seok-woo, un agente di borsa particolarmente dedito al suo lavoro, che gli permette di mantenere sé stesso e la piccola figlia Soo-an. Da divorziato, l’uomo cerca di essere il più attento possibile alle necessità della bambina, che per il suo compleanno chiede al padre di andare a fare una gita a Busan, dove vive anche la madre. Durante il viaggio in treno, però, uno dei passeggeri inizia a subire una misteriosa trasformazione che lo porta a diventare uno zombie. Il panico si scatena subito dentro al treno e Seok-woo dovrà trovare il modo di difendere a tutti i costi sua figlia. Al di fuori del treno, allo stesso modo, l’invasione zombie è già iniziata.

Train to Busan cast

Train to Busan: il cast del film

Protagonista del film, nei panni di Seok-woo è l’attore Gong Yoo. Oltre che per il suo ruolo in questo film, egli è molto noto in patria anche per titoli come Dogani e L’impero delle ombre. Nei panni di sua figlia Soo-an vi è invece Kim Su-an, giovanissima attrice attiva nel mondo della recitazione sin dall’età di cinque anni. Il grande successo per lei arriva proprio con Train to Busan, che le permette di diventare una vera e propria star internazionale. Jeong Yu-mi recita invece nei panni di Seong-kyeong, donna incinta presente sul treno che acquisirà grande importanza nel corso del film.

Suo marito, l’operaio Sang-hwa, è invece interpretato da Ma Dong-seok. L’attore è noto a livello internazionale per i film The Gangster, the Cop, the Devil e Ashfall – The Final Countdown, mentre attualmente è stato scelto per interpretare Gilgamesh nel film film Marvel Eternals. Choi Woo-shik, tra i protagonisti anche di Parasite, interpreta qui il giocatore di una squadra di baseball liceale Yong-guk. Ahn So-hee, invece, è la cheerleader Jin-hee. Kim Eui-sung interpreta Yon-suk, spregevole uomo d’affari, mentre Ye Soo-jung e Park Myung-sin sono le anziane sorelle In-gil e Jong-gil.

Train to Busan: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Il grandissimo successo del film ha spinto il regista a considerare l’idea di un sequel. Egli si era però inizialmente dichiarato contrario a questo, considerando conclusa la storia. In breve, però, la sua opinione è cambiata e nel 2020 Yeon ha fatto uscire in sala il film Peninsula, sequel di Train to Busan che pur essendo ambientato nello stesso contesto narrativo presenta una storia e dei personaggi nuovi. Se nel primo film ci si concentrava sull’ambiente treno, in questo secondo capitolo il racconto si espande all’intera penisola coreana. Di Train to Busan esiste però anche un prequel, intitolato Seoul Station, film d’animazione distribuito parallelamente al titolo principale.

In attesa di vedere il sequel, è possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Train to Busan è infatti disponibile nel catalogo di VVVID e Ray Play. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di mercoledì 23 giugno alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb