v per vendetta

V per Vendetta è uno di quei film che hanno fatto la storia del cinema e che, con molta probabilità, continuerà ad essere ricordato negli anni per la sua forza espressiva e per i lunghi ed intensi dialoghi.

Adattamento dell’omonima graphic novel, questo film coinvolge lo spettatore sin da subito, lo rende partecipe degli avvenimenti e lo invita a riflettere sul suo presente e sul suo futuro.

Ecco dieci cose da sapere su V per Vendetta.

V per Vendetta film

v per vendetta

1. La polizia segreta ha un nome preciso. In V per Vendetta, questo tipo di polizia viene chiamata Fingerman perché il Nuovo Ordine era organizzato sul modello del corpo umano. Il cancelliere era il capo, la stazione televisiva BTN era la bocca, la sorveglianza visiva e audio erano gli occhi e le orecchie. Uniti a questi elementi, l’ispettore Finch faceva parte del naso, mentre il corpo di polizia e Creedy erano la mano.

V per Vendetta streaming

2. Il film è disponibile su numerose piattaforme. Chi volesse vedere o rivedere V per Vendetta è possibile farlo grazie alla sua disponibilità su varie piattaforme digitali legali, come Infinity, Chili, Rakuten Tv, Tim Vision, Google Play e iTunes.

V per Vendetta frasi

3. Frasi iconiche da un film iconico. Un film come V per Vendetta non poteva non essere generatore di numerosi frasi d’effetto, tali da rimenere nella memoria collettiva per diverso tempo. Ecco qualche esempio:

  • Nascondi ciò che sono e aiutami a trovare la maschera più adatta alle mie intenzioni. (V)
  • Io sono il frutto di quello che mi è stato fatto. È il principio fondamentale dell’universo: a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. (V)
  • Io, come Dio, non gioco ai dadi, e non credo nelle coincidenze. (V)
  • E così ricopro la mia nuda perfidia con antiche espressioni a me estranee rubate ai sacri testi e sembro un santo quando faccio la parte del diavolo. (V)
  • Gli artisti usano le bugie per dire la verità mentre i politici per coprire la verità. (Evey)
  • E la morale è… i buoni vincono, i cattivi perdono e come sempre l’Inghilterra domina! (Lewis Prothero)
  • Una rivoluzione senza un ballo è una rivoluzione che non vale la pena di fare. (V)

V per Vendetta maschera

v per vendetta

4. La maschera rappresenta Guy Fawkes. In V per Vendetta, il protagonista indossa per tutto il tempo una maschera raffigurante il volto di Guy Fawkes, famoso per il suo coinvolgimento nella Congiura delle Polveri del 1605, messo a capo dell’esecuzione. Di fatto, il film ha preso spunto dal tentativo fallito dei cospiratori cattolici inglese che avevano cercato di uccidere re Giacomo I d’Inghilterra, la sua famiglia e la maggior parte dell’aristocrazia protestante in un colpo solo, facendo saltare il Parlamento durante la cerimonia d’apertura. Questa maschera, realizzata dall’illustratore David Lloyd, in seguito è stata usata da Anonymous.

5. Tutti i dialoghi sono stati doppiati. Inizialmente, era previsto che Hugo Weaving recitasse con un microfono inserito nella maschera ed un altro posizionato lungo l’attaccatura dei capelli. Tuttavia, nessuno dei due microfoni ha funzionato come sperato e, dunque, si è reso necessario doppiare tutte le parti di V.

V per Vendetta fumetto

6. Il film si basa su una serie a fumetti. V per Vendetta è un adattamento della serie a fumetti originariamente creata da Alan Moore. Tuttavia, in seguito alla sua esperienza negativa con La vera storia di Jack lo Squartatore (2001) e La leggenda degli uomini straordinari (2003), Moore ha rifiutato tutto il denaro e i diritti da Hollywood di qualsiasi suo adattamento.

7. Nel film non si fa riferimento all’anarchia, ma alla libertà. Nella graphic novel, la causa di V era l’anarchia. Alan Moore è stato molto critico nei confronti del film per aver stravolto quella che era la struttura dell’”anarchia versus il fascimo” in quella che è diventata un’esplorazione del neoliberismo americano contro il neo-conservatorismo americano che sarebbe dovuto essere ambientato negli Usa e non nella Gran Bretagna.

V per Vendetta cast

8. Hugo Weaving ha rimpiazzato un altro attore. In alcune scene del film, un occhio ben attento potrebbe notare delle differenze e ciò è dovuto al fatto che inizialmente era James Purefoy a vestire i panni di V, rimpiazzato poi da Hugo Weaving quando Purefoy decise di abbandonare il set per il fatto non riuscire a sentirsi a proprio agio in quel ruolo.

9. Natalie Portman si è rasata a zero. Per interpretare il ruolo di Evey, Natalie Portman ha deciso, oltre che dedicarsi ad utilizzare un maggiore accento inglese, di rasarsi i capelli a zero. Non che questo obbligatorio per la sua parte, ma lei stessa desiderava provare questa avventura da tempo.

10. Hanno girato di notte. Per poter girare il film, era necessario farlo in notturna. La produzione, quindi, si è mobilitata ed è riuscita ad avere il permesso per girare vicino al Parlamento e alla Torre dell’Orologio dalla mezzanotte alle 4:30 del mattino, potendo fermare il traffico solo per quattro minuti alla volta.

Fonti: IMDb, Aforismi