The Bourne LegacyArriva in Home video il quarto capitolo della saga di Bourne per la regia di Tony Gilroy e con il nuovo protaognista , intitolato The Bourne Legacy. Tratta dai romanzi di Robert Ludlum ed Eric Van Lustbader. Gilroy dirige il film, dopo aver sceneggiato i primi tre capitoli della serie. Protagonista del film è , affiancato da , , e . Completano il cast , , ,

Nonostante il titolo sia lo stesso del romanzo omonimo, la pellicola è di fatto uno spin-off della saga di Bourne, e narra una storia completamente diversa dal romanzo omonimo di Van Lustbader, e il protagonista non è più Jason Bourne, ma un altro agente del programma Treadstone, Aaron Cross.

Recensione film:

Certo, per i nostalgici doc sarà un duro colpo non ritrovare Matt Damon nei panni di Jason Bourne, l’agente segreto del programma Treadstone che 10 anni fa diede il via alla popolarissima saga di spionaggio diretta da Liman e Greengrass. Ma bisogna dire che la prova di , già applaudito in The Hurt Locker, non delude e tiene alta la tensione per tutti i 135 minuti di The Bourne Legacy.

Stavolta a tenere le redini della regia c’è lo sceneggiatore della serie Tony Gilroy, che da vita ad Aaron Cross, una delle 6 spie geneticamente modificate di Outcome – nuovo programma di intelligence che, attraverso l’alterazione sperimentale di due cromosomi, addestra le sue cavie a svolgere missioni isolate ad altissimo rischio. Ma poi il direttore dell’agenzia segreta NRAG Eric Byer (), si rende conto che il gioco è andato oltre e che la caduta di Treadstone minaccia anche la sopravvivenza di Outcome: unica soluzione, uccidere gli agenti del programma e gli scienziati che avevano partecipato al progetto. Tra questi troviamo la fascinosa Dottoressa Marta Shearing (il premio Oscar ), preposta al monitoraggio costante dei superguerrieri nei laboratori segreti dell’azienda farmaceutica Candent, nel Maryland. Salvata in extremis dallo stesso Aaron, lo aiuterà a mantenersi in vita volando con lui sino alle Filippine in una interminabile caccia all’uomo (e alla donna).

La nuova creazione di Gilroy si presenta come naturale “eredità” (in inglese, appunto, “legacy”) dei primi tre capitoli della saga: le ambientazioni insolite, le corse mozzafiato, le acrobazie del protagonista e il ritmo rimangono intatti. Viene sacrificato quell’alone di mistero che circondava la figura di Bourne, inizialmente ignaro della propria identità: qui il supereroe Cross sa perfettamente chi sia e perché la CIA abbia deciso di farlo fuori.

Detto ciò, The Bourne Legacy coinvolge e si appoggia sapientemente all’empatia creatasi tra Cross e la biologa Shearing, entrambi “tormentati” dalle scelte fatte in passato e uniti dal desiderio di ricominciare da capo. Ottima, come sempre, la prova della Weisz, perfettamente a suo agio in questo action movie dagli echi psicologici. Forse, Gilroy ha calcato un po’ troppo la mano nelle sequenze degli inseguimenti, di durata eccessiva e, alla lunga, noiose. Ma è comunque riuscito a bilanciare l’azione con lo spionaggio, le botte con l’intrigo, in un prodotto che affianca alle new entries Edward Norton e Rachel Weisz i veterani della saga Joan Allen, Albert Finney (che interpreta il direttore medico di Treadstone Albert Hirsch) e David Strathairn.

The Bourne Legacy sarà nelle nostre sale dal 7 settembre.

Recensione film di Ilaria Tabet

[imagebrowser id=63]

la-copertina-di-the-bourne-legacy-blu-ray-261706Contenuti Extra – Commento: L’edizione Blu-ray edita daUniversal Pictures è davvero sorprendente e ricca di interessanti contenuti correlati al film. Partiamo dal classico “Scene Eliminate” che per ogni cinefilo che si rispetti rappresenta un’approfondimento essenziale del film, volto ad ampliare l’universo della storia. Passamo subito dopo al ritorno di Borne con i contentui Re-Bourne, Entra Aaron Cross; i filmanti aiutano coloro che hanno poca domestichezza con la serie e per conoscere meglio il nuovo personaggio interpretato da Jeremy Renner. Per poi passare alle vere chicche dell’edizione, i lunghissimi dietro le quinte che ci aiutano a capire meglio la realizzazione del film, quindi è la volta dei sorprendenti filmati “Attaverso i continenti: Le location del film; Uomo contro Lupo; Le prove della sequenza del lupo; Bersagli in movimento: Aaron e Marta; Filmare il Caos: L’inseguimento in moto. Per finire invece non potevano mancare l’esilarente commento al Film del Regista/Co-Sceneggiatore Tony Gilroy, del Co-Sceneggiatore Dan Gilroy, dell’Editor John Gilroy, del Direttore della Fotografia Robert Elswit, del Regista della Seconda Unità Dan Bradley e dello Scenografo Kevin Thompson.

CONTENUTI AUDIO: Inglese DTS-HD MASTER AUDIO 5.1; Italiano, Francese, Tedesco, Spagnolo, Hindi DTS Digital Surround 5.1; Commento Audio DOLBY DIGITAL 2.0
SOTTOTITOLI: Inglese n/u, Francese, Italiano, Tedesco, Spagnolo, Cantonese, Danese, Olandese, Finlandese, Islandese, Coreano, Portoghese, Svedese, Mandarino, Hindi, Arabo