Si è conclusa da poco la conferenza stampa de Il Grande Gatsby in quel di Cannes. L’attesissimo film che stasera aprirà in pompa magna la 66esima edizione del Festival di Cannes ha visto i suoi protagonisti al centro del dibattito che è seguito alla proiezione mattutina per la stampa.

Ecco alcune battute direttamente da Twitter:

  • Domanda al regista: “Cosa vi ha spinto a riproporre Il Grande Gatsby?” Luhrmann ammette: “E’ nato da rivelazione personale avuta a 10 anni.”
  • Di Caprio: “In America, Il Grande Gatsby si legge a scuola ma solo più tardi sono rimasto affascinato dalla storia: romantica e tragica.”
  • Di Caprio: “La scena dell’abbraccio tra Gatsby e Daisy e’ stata quella che ho sentito più intensa.”
  • “Com’è stato tornare a lavorare con Luhrmann dopo 20 anni?” Leo: “Sempre emozionante! Non ha paura di rivisitare classici come Shakespeare (riferito a Romeo+Giulietta, ndr)”
  • Carey Mulligan:”Baz mi ha portata a Princeton. Ho letto 6 libri per interpretare Daisy. Per non parlare delle lettere, davvero nostalgiche.”

Il Grande Gatsby, il film

Il Grande Gatsby è diretto da Baz Luhrmann e vede nel cast Leonardo DiCaprio, Tobey Maguire e Carey Mulligan e che vedremo in apertura al Festival di Cannes 2013.

Il Grande Gatsby uscirà il prossimo 16 maggio al cinema. Tutte le info sul film le trovate nella nostra scheda: Il Grande Gatsby. Il sito ufficiale del film qui.

Il film racconta la storia di un aspirante scrittore, Nick Carraway che lasciato il Midwest Americano, arriva a New York nella primavera del 1922, un’epoca in cui regna la dubbia moralità, la musica jazz e la delinquenza. In cerca del suo personale Sogno Americano, Nick si ritrova vicino di casa di un misterioso milionario a cui piace organizzare feste, Jay Gatsby, ed a sua cugina Daisy che vive sulla sponda opposta della baia con il suo amorevole nonché nobile marito, Tom Buchanan. E’ allora che Nick viene catapultato nell’accattivante mondo dei super-ricchi, le loro illusioni, amori ed inganni. Nick è quindi testimone, dentro e fuori del suo mondo, di racconti di amori impossibili, sogni incorruttibili e tragedie ad alto tasso di drammaticità.