L'Uomo d'Acciaio

L’uomo d’acciaio apre in testa al box office italiano, colpito dal calo degli incassi. Seguono Into Darkness – Star Trek e After Earth, con risultati desolanti per le new entry. L’estate è decisamente arrivata e lo dimostrano anche i risultati registrati al botteghino italiano. Calano le presenze, così come gli incassi, mentre le fughe al mare sono preferite dagli italiani nel fine settimana. Così i feriali dovrebbero garantire maggiore respiro al box office, visto che nel weekend neppure blockbuster attesi riescono a ottenere risultati eclatanti.

Infatti L’uomo d’acciaio apre in testa alla classifica con 1,8 milioni di euro incassati nei primi quattro giorni di programmazione. L’atteso reboot di Superman si avvale inoltre del 3D, quindi il lancio in oltre 800 copie non va oltre una media di 2200 euro per sala: un risultato sotto le aspettative per il blockbuster di Zack Snyder supervisionato da Chris Nolan. Oltre ai feriali, bisogna vedere come influirà il passaparola nelle prossime settimane, visto che L’uomo d’acciaio ha diviso sia la critica che il pubblico.

Decisamente staccati i risultati registrati dalle altre pellicole in classifica. Into Darkness – Star Trek scende in seconda posizione con 373.000 euro raccolti al suo secondo weekend con un notevole calo rispetto all’esordio: il secondo capitolo diretto da J.J. Abrams arriva così a 1,7 milioni in poco più di dieci giorni e di certo ha influito la concorrenza di Superman nel calo registrato.

After Earth perde una posizione con 337.000 euro incassati negli ultimi quattro giorni, arrivando a 3,7 milioni complessivi. Il cerchio di film americani nelle posizioni alte della classifica si chiude con Una Notte da Leoni 3, giunto a ben 12,1 milioni con altri 242.000 euro. La Grande Bellezza scende al quinto posto con 117.000 euro, sfiorando il tetto dei 6 milioni. Segue una new entry italiana, Cha Cha Cha con Luca Argentero, che apre con soli 91.000 euro in oltre 172 copie disponibili.

Risultato anche peggiore per la commedia francese Dream Team, che debutta con 88.000 euro in oltre 200 copie, decisamente un numero eccessivo, e una media deprimente di 400 euro. Ottava posizione per un’altra novità, Passioni e desideri, che esordisce con 81.000 euro in circa 80 sale. Le ultime due posizioni della top10 sono occupate da Monsters & Co. (77.000 euro) e Fast & Furious 6 (62.000 euro), giunti rispettivamente a 210.000 euro totali e 12,7 milioni.