Questa mattina abbiamo avuto il privilegio di vedere 20 spettacolari minuti tratti dall’attesissimo reboot Godzilla di  diretto da Gareth Edwards e con protagonisti Aaron Taylor-Johnson, Bryan Cranston, David Strathairn, Elizabeth Olsen, Juliette Binoche e Ken Watanabe.

Le scene, presentate da un emozionato Gareth Edwards, non sono i primi minuti di film, ma raccolgono diversi momenti all’interno della storia. La prima parte del minutaggio mostrato è incentrata sull’inizio del film e sugli eventi antecedenti al racconto primario che verterà chiaramente sull’invasione del mostro.  Vediamo il personaggio di Bryan Cranston e sua moglie, interpretata da Juliette Binoche, a lavoro in un laboratorio di una centrale nucleare in Giappone. Una squadra capitanata dal personaggio di Juliette Binoche  va in ispezione nel sottosuolo e si trova davanti a qualcosa di impiegabile. La spedizione è seguita da Bryan Cranston dalla sua posizione in sala di comando. Improvvisamente accade qualcosa che danneggia il reattore della centrale, che va in pre-allarme. Le scene successive ci riportano a 15 anni più tardi quando vediamo Bryan Cranston ritornare nella città dove ha vissuto (ormai ridotta ad una città fantasma e contaminata) insieme al figlio; l’uomo è assalito dal dubbio, sente che la responsabilità del disastro nucleare è sua. Nelle scene successive si apprende che non è stato un errore umano, né tanto meno una calamità naturale a provocare l’incidente, ma qualcosa di misterioso e mostruoso che il Governo ha contribuito ad occultare.

Godzilla si presenta come un racconto visionario dal tratto epico davvero incredibile. La narrazione è costruita sapientemente con una tensione e una saspence che lascia con il fiato sospeso scena dopo scena. Infine l’escalation di distruzione aumenta man mano che la storia procede, manifestando in maniera spettacolare tutto il potenziale visivo e terrificante del film. Da queste  prime scene la cosa che colpisce di più è la facilità con la quale il regista Edwards riesce a catturare l’attenzione dello spettatore: da una parte il regista gioca con la suspance e i tempi della tensione che si basano sul concetto di “non visto”, dall’altra maneggia con sapienza la totalità delle scene aperte e più chiaramente spettacolari.

Godzilla, il film

Vi ricordiamo che Godzilla, diretto da Gareth Edwards, comprende nel cast attori del calibro di Aaron Taylor-JohnsonBryan CranstonElizabeth Olsen David Strathairn, Juliette Binoche e la new entry Ken Watanabe. La pellicola arriverà in Italia il 15 Maggio 2014. Akira Takarada, protagonista della pellicola originale, dovrebbe, inoltre, avere anche una piccola parte in questa rivisitazione, tornando sul set di Godzilla a sessanta anni di distanza dalla sua interpretazione.

Scritto da Max Borenstein, che ha rielaborato uno script di David S. Goyer e David Callaham, Godzilla sarà il film di punta della Warner Bros dell’anno 2014, visto che la data di uscita preventivata è stata infatti individuata nel 16 maggio 2014. Un film da cui la produzione si aspetta molto che, però, dovrà scontrarsi al botteghino con altre pellicole in uscita nello stesso periodo, quali The Amazing Spiderman 2, il reboot delle tartarughe ninja e il sequel dell’Alba del pianeta delle scimmie.