Christopher Nolan è sempre stato molto enigmatico riguardo ai suoi film di prossima uscita (sopratutto in fase di post- produzione) e così sarà anche per Interstellar, ma durante un’intervista con Todd McCarthy al CinemaCon, Nolan ha dato qualche dettaglio in più sulla pellicola che uscirà in autunno

  • Interstellar è stato girato in IMAX per gran parte del suo minutaggio e per Nolan “la pellicola resta ancora oggi il modo migliore per cogliere e proiettare le immagini”,  il film inoltre sarà rilasciato sia in pellicola che in digitale
  • Nolan non era convinto del 3D perchè pensava limitasse la visione del pubblico ma dopo aver visto Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann ha ammesso: “Ho pensato che quel tipo di 3D fosse una cosa assolutamente straordinaria da vedere”
  • Su Matthew McConaughey dice di essere stato convinto dalla sua interpretazione in Mud di Jeff Nichols: “Lo ammiro molto come star e sapevo che era un grande attore, ma non ero a conoscenza del grande potenziale che possedeva finché non ho visto Mud; è stata una performance incredibile”.

Nolan ha poi rivelato che non sapeva per chi fare il tifo quest’anno alla premiazione degli Oscar perché tra i nominati c’erano tre attori a cui lui è molto legato (Bale, Di Caprio e proprio McConaughey).

  • Il regista non ha voluto rivelare molto sul ruolo di McConaughey se non che interpreta un uomo qualunque, qualcuno con cui il pubblico possa immedesimarsi.
  • Nolan rivela qualche dettaglio anche sui suoi modelli cinematografici e sull’esperienza vissuta guardando 2001: Odissea nello Spazio: “è stata un’esperienza indelebile, mi ricordo la sensazione di grandezza e di esperienza ultraterrena. Non avevo idea di cosa significasse il film, ma ho avuto questa sensazione straordinaria di essere stato portato in un altro mondo”.
  • Il regista londinese ha svelato di voler ricreare l’età d’oro dei blockbuster che ha vissuto quando era bambino: “voglio ricreare quell’atmosfera in termini di tono, non voglio che un film sia qualcosa che uno guardi e basta, voglio che sia un’esperienza perchè in questo modo si riallaccia a quanto ho vissuto io, a film che mi hanno portato in posti in cui non avrei mai immaginato”.
  • Nonostante sia un film di fantascienza, si è cercato di utilizzare la CGI solo quando strettamente necessario: gran parte degli aspetti della scenografia sono stati costruiti direttamente sul set: “abbiamo girato questo film come se fosse un documentario”. Importantissimo è stato quindi il lavoro in fase di pre-produzione in cui si è dovuto progettare nel dettaglio gran parte del set e questa modalità di lavoro “è stata di grande aiuto agli attori sul set”; d’altro canto Nolan non nasconde che il suo procedimento (“lavorare molto alla sceneggiatura e alla pre-produzione”) non sia il preferito dalle Major.

Interstellar, il film

Dal celebrato regista Christopher Nolan (la serie di “The Dark Knight”, “Inception”), Interstellar vede come interpreti il premio Oscar Matthew McConaughey (“Dallas Buyers Club”), il premio Oscar Anne Hathaway (“Les Miserables”), la candidata all’Oscar Jessica Chastain (“Zero Dark Thirty”), Bill Irwin (“Rachel Getting Married”), il premio Oscar Ellen Burstyn (“Alice Doesn’t Live Here Anymore”) ed il premio Oscar Michael Caine (“Le regole della casa del sidro”).

Il cast principale include anche Wes Bentley, Casey Affleck, David Gyasi, Mackenzie Foy e Topher Grace. La trama: Quando i nostri giorni sulla Terra stanno per giungere al termine, un team di esploratori dà il via alla missione più importante nella storia dell’uomo: un viaggio attraverso la galassia per scoprire se l’uomo potrà avere un futuro tra le stelle.

Diretto da Christopher Nolan, il film è stato sceneggiato da Jonathan Nolan e Christopher Nolan. Emma Thomas, Christopher Nolan e Lynda Obst hanno prodotto Interstellar con Jordan Goldberg, Jake Myers, Kip Thorne e Thomas Tull come produttori esecutivi. Il team creativo dietro la macchina da presa del film di Nolan, è stato guidato dal direttore della fotografia Hoyte Van Hoytema (“Her”), lo scenografo candidato all’Oscar Nathan Crowley (“The Dark Knight”), il montatore candidato all’Oscar Lee Smith (“The Dark Knight”) e la costumista candidata all’Oscar Mary Zophres (“Il Grinta”). La colonna sonora è stata composta dal premio Oscar Hans Zimmer (la trilogia di “The Dark Knight” “Il Re leone”).

Fonte: EW