Durante una proiezione speciale di The Wolf of Wall Street (Qui la nostra recensione) un gruppo di fortunati ha avuto modo di ascoltare un dibattito tra due giganti della storia del cinema; stiamo parlando di Paul Thomas Anderson, nei panni dell’intervistatore, e di Martin Scorsese (supportati da Adam Somner,assistente alla regia di entrambi nei loro ultimi film).
In questa intervista il focus principale è centrato sulle posizioni di Scorsese a riguardo dei vari temi scottanti trattati nella sua ultima fatica (dall’uso droghe alla figura del broker) per finire con un grande attestato di stima da parte di PT Anderson.
Di seguito potete ammirare la conversazione in tre parti.

 

Parte 1

[iframe width=”560″ height=”315″ src=”//www.youtube.com/embed/UZB52KomiBE” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

Parte 2

[iframe width=”560″ height=”315″ src=”//www.youtube.com/embed/TbKdlM2GhqE” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

Parte 3

[iframe width=”560″ height=”315″ src=”//www.youtube.com/embed/CkL6s-K91AI” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

The Wolf of Wall Street è scritto da Terence Winter e diretto da Martin Scorsese. Nel film accanto a Leonardo DiCaprio ci sono Jonah Hill, Margot Robbie, Matthew McConaughey, Kyle Chandler, Rob Reiner, Jon Bernthal, Jon Favreau e Jean Dujardin.

Questa la trama del film: Jordan Belfort, uno dei broker di maggior successo nella storia di Wall Street, viene condannato a 20 mesi di carcere dopo aver rifiutato di collaborare alle indagini su di un massiccio caso di frode atto a svelare la diffusa corruzione vigente negli anni ’90 a Wall Street e nel mondo bancario americano. Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo libro autobiografico di Jordan Belfort. La pellicola segna la quinta collaborazione tra Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio.

Fonte: IndieWire.com