Blade Runner 2049

Intervistato recentemente da Deadline riguardo al nuovo discusso e atteso progetto di Blade Runner 2049, attualmente sotto stretto controllo da parte dei fan, Denis Villeneuve ha decritto il sequel della storica pellicola firmata da Ridley Scott nel 1982 come la più grande sfida artistica di tutta la propria propria carriera sino ad oggi, in quanto nessun lavoro realizzato in precedenza aveva mai portato il regista a un tale livello di impegno creativo e di attenzione tecnica.

 

Blade Runner 2049: per Ryan Gosling come tre film in uno

Parlando delle numerose pressioni e del grande impegno riservato alla realizzazione di Blade Runner 2049 Denis Villeneuve ha affermato che “è stata la prima volta che ho dovuto prendere l’universo di qualcun altro per renderlo mio. E’ stato davvero molto difficile, probabilmente si è trattato della più grande sfida artistica che ho dovuto affrontare in tutta mia carriera professionale. Ho esitato molto prima di accettare, ma quando ho detto sì ho dato il cento per cento, ed è molto difficile parlarne perché sono ancora attivo nel progetto, quindi è un pò come chiedere ad un giocatore di hockey di descrivere come segnerà un punto mentre sta passando il dischetto agli altri giocatori. E’ una sfida enorme!“.

Indubbiamente Blade Runner 2049 appare agli occhi di Denis Villeneuve come una grande sfida professionale, in quanto il regista si è trovato (e si trova tutt’ora) nella difficile condizione di realizzare il sequel di una celebre pellicola che vanta fan intergenerazionali in tutto i mondo, allo stesso tempo però cercano di far camminare la nuova storia sulle proprie gambe in un modo che possa accontentare un pò tutti. Il sostegno del direttore della fotografia Roger Deakins e del compositore Jóhann Jóhannsson gli saranno veramente provvidenziali.

Nel cast del film figurano Ryan Gosling, Harrison Ford, Robin Wright, Ana de Armas, Sylvia Hoeks, Carla Juri, Mackenzie Davis, Barkhad Abdi, Dave Bautista, David Dastmalchian, Lennie JamesHiam Abbass e Jared Leto.

La sceneggiatura del sequel, ambientato diverse decadi dopo l’originale pellicola del 1982, è affidata a Hampton Francher e Michael Green e segue la storia originale scritta da Francher e David Peoples basata sul romanzo di Philip K. Dick Il Cacciatore di Androidi.

Produttori esecutivi del film sono Frank Giustra e Tim Gamble, CEO di Thunderbird Film. Lo stesso Ridley Scott sarà produttore esecutivo della pellicola così come Bill Carraro. 

 Fonte: Deadline