aladdin

L’annuncio di un live action di Aladdin in casa Disney ha fatto da subito scatenare la curiosità. Chi avrebbe mai osato sostituire Robin Williams nel ruolo del Genio della lampada? La scelta è caduta quasi subito su Will Smith, che a giudicare dalle prime immagini, ha realizzato una versione buffa e vivace del gigante blu che abbiamo già tanto amato nel film d’animazione.

Ricordiamo che l’interpretazione di Williams fu così entusiasmante, con canzoni e voce e con una parte importante nello sviluppo del personaggio e dei dialoghi che lo coinvolgevano, che l’Academy Awards considerò l’idea di dargli un premio Oscar come migliore interpretazione di voce, soltanto.

Adesso, Smith si trova in condizioni di fronteggiare un paragone ingiusto e inarrivabile. Ma prima che si affaccino sul film polemiche di questo genere, lui stesso fa una specie di “paragone” porgendo un omaggio sincero e dovuto al Genio (e al genio) di Williams.

Su Instagram, l’ex principe di Bel Air ha condiviso un disegno in cui le due versioni del genio compaiono fianco a fianco, e ha accompagnato l’illustrazione scrivendo: “So che i geni non hanno piedi… ma hai lasciato delle scarpe davvero grandi da riempire. RIP Robin! E grazie!”.

Secondo l’urban dictionary dell’americano, “big shoes to fill” è un’espressione che indica una pesante eredità difficilmente eguagliabile, cosa di cui Will Smith è perfettamente a conoscenza. Nonostante questo, siamo sicuri che l’attore avrà dato una bella interpretazione del Genio di Aladdin, per Guy Ritchy.

aladdin

Aladdin: ecco in cosa il live action sarà diverso dall’originale

Diretto da Guy Ritchie (Sherlock HolmesOperazione U.N.C.L.E.) e scritto da John August (Dark ShadowsBig Fish – Le Storie di Una Vita Incredibile), il film è interpretato da Will Smith (AlìMen in Black) nei panni del Genio con il potere di esaudire tre desideri per chiunque entri in possesso della sua lampada magica.

Mena Massoud (Jack Ryan) è il protagonista, lo sfortunato ma adorabile ragazzo di strada innamorato della bellissima figlia del Sultano, la Principessa Jasmine, interpretata da Naomi Scott (Power Rangers), che vuole scegliere liberamente come vivere la propria vita. Marwan Kenzari (Assassinio sull’Orient Express) è Jafar, un malvagio stregone che escogita un piano diabolico per destituire il Sultano e regnare su Agrabah; mentre Navid Negahban (Homeland: Caccia alla Spia) interpreta il Sultano, il sovrano di Agrabah, impaziente di trovare un marito adatto alla figlia Jasmine.

Aladdin è prodotto da Dan Lin (The LEGO Movie), mentre il vincitore del Golden Globe® Marc Platt (La La Land), Jonathan Eirich (Deathnote) e Kevin De La Noy (Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno) sono i produttori esecutivi. La colonna sonora è composta dall’otto volte Premio Oscar® Alan Menken (La Bella e la BestiaLa Sirenetta) e comprende nuove versioni dei brani originali scritti da Menken e dagli autori premiati con l’Oscar® Howard Ashman (La Piccola Bottega degli Orrori) e Tim Rice (Il Re Leone), oltre a due brani inediti realizzati dallo stesso Menken e dai compositori, vincitori dell’Oscar® e del Tony® Award, Benj Pasek e Justin Paul (La La LandDear Evan Hansen).