Alien Covenant Alien: Covenant

Alien: Covenant potrebbe aver riportato in pista la serie di film di fantascienza di Ridley Scott, ma la versione vietata non ha portato al cinema abbastanza pubblico da giustificare il continuamento della serie da parte di 20th Century Fox.

 

Il film ha incassato poco più della metà di quanto nel 2012 incassò Prometheus (oltre 400 milioni), cifre irrisorie per progetti di grande ambizione. Il sequel è stato messo in pericolo, quindi, da questo incasso e sembra che nemmeno la nuova protagonista, Katherine Waterson, sappia ancora nulla del progetto.

Durante un’intervista, la Waterson ha dichiarato: “Non vivo a Hollywood, e di solito sono sempre l’ultima persona a sapere anche cosa sta succedendo nella mia carriera. Quindi, [io sono] probabilmente non la persona migliore a cui chiedere (del sequel di Alien). Ma ho avuto un’idea di dove volevano portare la storia quando stavamo girando ‘Covenant’, e sembrava davvero interessante. Sarei assolutamente disponibile, se volessero.”

Waterston ha aggiunto: “Questo è tutto ciò che so. Sono sicura che hanno cambiato idea comunque. E ci sono state un sacco di idee diverse in giro. Ma non oserei mai raccontarvi nulla, per non rovinarvi eventuali sorprese.”

Alien: Covenant si è concluso con il personaggio della Waterston ingannato dall’androide di Michael Fassbender, e messo a dormire. A fine film, David ha intenzione di portare Daniels e due embrioni alieni sul pianeta Origae-6, che è il luogo in cui l’equipaggio del Covenant aveva intenzione di andare all’inizio del film.

Il prossimo film, che doveva essere Alien: Awakening, al momento non ha nessuna data di inizio produzione/riprese e rimane appeso a un filo. Mentre Waterston potrebbe non fare mai più un altro film di Alien, fortunatamente è nel bel mezzo di un’altra serie di Animali fantastici, e durante un’intervista a The Playlist, l’attrice ha dichiarato di essere in fase di preparazione per il terzo film, le cui riprese cominceranno la prossima estate.