Austin Butler

Il regista Baz Luhrmann ha trovato il suo Elvis in Austin Butler, attore che interpreterà il ruolo nel film drammatico, ancora senza titolo, che racconta la nascita della leggenda dai primi giorni come cantante squattrinato a icona globale, vista attraverso la lente della sua complessa relazione di oltre due decenni con il manager, Colonnello Tom Parker. Latter sarà interpretato da Tom Hanks e Warner Bros distribuirà il film in tutto il mondo.

 
 

Le riprese cominceranno all’inizio del prossimo anno nel Queensland, in Australia, e il film traccerà l’ascesa di Presley verso un livello di celebrità eguagliato solo da The Beatles, contrapposto a un panorama culturale in evoluzione e alla perdita dell’innocenza in America.

Austin Butler ha sconfitto una concorrenza agguerrita, formata, tra gli altri, da Ansel Elgort, Miles Teller e Harry Styles. Non era una scelta facile e Luhrmann si è preso il suo tempo. Lo vedremo presto al cinema con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie in C’era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino, mentre è al cinema al fianco di Bill Murray e Adam Driver in I Morti non Muoiono di Jim Jarmusch.

Luhrmann dirigerà il film dalla sceneggiatura che ha scritto con Craig Pearce. Il regista produrrà insieme a Charles Martin (il pluripremiato premio Oscar, suo collaboratore in Il Grande Gatsby e Moulin Rouge, che lavorerà anche come scenografo e costumista), Gail Berman, Patrick McCormick e Schuyler Weiss. Andrew Mittman sarà produttore esecutivo.

Fonte: Deadline