Secondo un nuovo report di Screen Rant, l’arrivo di Kang il Conquistatore nel MCU, che secondo alcuni sarà il degno sostituto di Thanos, era già stato anticipato da Iron Man in Avengers: Endgame. Il Titano Pazzo è stato l’antagonista principale della Saga dell’Infinito, e sappiamo che con l’avvio della Fase 4 ci sarà una nuova minaccia globale contro cui i Vendicatori dovranno confrontarsi. Il personaggio verrà ufficialmente introdotto in Ant-Man 3, ma a quanto pare Tony Stark aveva già accennato alla sua “esistenza”.

Iron Man è stato il primo eroe del MCU a prevedere la minaccia su larga scala rappresentata da Thanos. Sebbene ciò abbia portato ad un paio di decisioni prese dal personaggio alquanto discutibili (inclusa la creazione di Ultron), alla fine, una volta che il Titano Pazzo ha reso ufficialmente nota la sua presenza in Avengers: Infinity War, Tony si è sempre dimostrato all’altezza della situazione. Se i Vendicatori avessero ascoltato il suo avvertimento, avrebbero potuto essere maggiormente preparati all’assalto del cattivo. Detto questo, non è escluso che Tony abbia anche anticipato l’eventuale arrivo nel MCU di Kang dopo i viaggi nel tempo visti in Endgame

In qualità di principale fautore del “time heist”, Tony sapeva che la missione non era priva di rischi. Ecco perché, inizialmente, era contrario all’idea quando gli venne proposta. Una volta trovato un modo per far funzionare il piano, Tony è stato costretto ad unirsi alla missione, soprattutto perché avrebbe potrebbe riportare in vita Spider-Man, morto alla fine di Infinity War. Dopo che i Vendicatori hanno portato a termine il loro piano e riportato indietro con successo coloro che erano scomparsi a causa dello schiocco di Thanos, il Titano Pazzo del 2014 è tornato all’attacco, scontrandosi ufficialmente contro gli eroi. Ad un certo punto, in Endgame, un sconcertato Captain America ha chiesto ad Iron Man cosa fosse successo, domanda a cui Tony risponde: “Se si gioca con il tempo, si tende a rovinare le cose”. Ammesso che a questo punto il trambusto era dovuto al fatto che il Titano Pazzo proveniva da una linea temporale diversa, questo dimostra che Iron Man era ben consapevole che le loro attività all’interno del salto temporale avrebbero avuto ripercussioni in futuro, ripercussioni che potrebbero benissimo includere l’arrivo di Kang, la cui malvagità è definita proprio dalla capacità di viaggiare nel tempo.

Chi è Kang il Conquistatore?

Nato nel 30° secolo, Kang il Conquistatore è un genio che ha conquistato interi mondi nel corso dei secoli dopo aver ottenuto l’accesso ad una macchina del tempo. Antenato di Reed Richards e Sue Storm, l’antagonista ha assunto molte altre forme ed identità nel corso della sua storia, ma il suo modus operandi principale è rimasto sostanzialmente inalterato. Dal momento che Endgame ha stabilito fermamente che il concetto di viaggio nel tempo nel MCU è possibile, il fatto che Kang sia il prossimo grande villain del franchise ha perfettamente senso. Al pari della visione di Iron Man in merito all’arivo di Thanos, potrebbe non aver conosciuto specificamente Kang e la sua esistenza, ma al tempo stesso potrebbe aver anticipato che qualcuno come lui troverà la sua strada nel MCU, come  estrema conseguenza del loro viaggio nel tempo e del ribaltamento dell’ordine naturale delle cose.

Anche se Tony è morto e non potrà guidare la missione contro Kang, il MCU non è certamente a corto di eroi che possano assumere il posto di comando che ha Tony ha lasciato vacante dopo la sua morte in Avengers: Endgame. Doctor Strange sarebbe la scelta più ovvia in tal senso, considerando i suoi legami con la Gemma del Tempo, per non parlare dell’accesso al Multiverso. Ci sarebbe anche Ant-Man, i cui film affrontano gli stessi argomenti grazie anche a concetti quali le Particelle Pym e il Regno Quantico; non c’è da stupirsi, quindi, che Kang debutterà proprio in Ant-Man 3 e non in altri futuri progetti dei Marvel Studios.