daniel craig

L’ultimo film in cui Daniel Craig vestirà i panni di James Bond, No Time to Die, è stato ufficialmente posticipato da aprile a novembre a causa dell’emergenza Coronavirus, ma ciò sembra non aver “debellato” la volontà dell’attore britannico di continuare a vestire i panni dell’iconico agente segreto, come si evince dal nuovo promo della prossima puntata del Saturday Night Live, in cui Craig figurerà in qualità di conduttore.

 

Nel promo della puntata che andrà in onda il prossimo 7 marzo, diffuso attraverso il canale YouTube ufficiale del SNL, vediamo l’attore commentare in maniera decisamente entusiasmante il suo coinvolgimento nello show. Le immagini dell’intervista a Daniel Craig, però, si sovrappongono a quelle – chiaramente ironiche – in cui l’attore non riesce a smetterla di pensare e agire come l’iconico personaggio che interpreta sul grande schermo anche fuori dal set.

Potete vedere l’esilarante promo di seguito:

LEGGI ANCHE – James Bond: 10 motivi per cui Daniel Craig è il miglior 007

Prodotto da Michael G. Wilson e Barbara Broccoli, il film vedrà protagonisti un cast d’eccezione composto da Daniel CraigLéa SeydouxRalph FiennesRami Malek, Naomie HarrisBen WhishawRory Kinnear, Jeffrey Wright, Dali BenssalahBilly MagnussenAna De ArmasDavid Dencik e Lashana Lynch.

Vi ricordiamo che la produzione ha assunto Phoebe Waller-Bridge per “ravvivare” lo script di Bond 25 sotto speciale richiesta di Craig, grande fan di FleabageKilling Eve, le due serie prodotte e scritte dall’attrice. Era dal 1963 (l’ultima fu Johanna Hardwood con Dr. No e From Russia With Love) che la casa di produzione non assumeva una donna per dare voce ai personaggi del franchise, una scelta oggi più che mai “rilevante”.

CORRELATE:

In No Time To Die, Bond si gode una vita tranquilla in Giamaica dopo essersi ritirato dal servizio attivo. Il suo quieto vivere viene però bruscamente interrotto quando Felix Leiter, un vecchio amico ed agente della CIA, ricompare chiedendogli aiuto. La missione per liberare uno scienziato dai suoi sequestratori si rivela essere più insidiosa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso villain armato di una nuova e pericolosa tecnologia.