Phoebe Waller-Bridge

Forse non tutti sanno (o ricordano) che Phoebe Waller-Bridge, star di Killing Eve e Fleabag, figura tra gli sceneggiatori di No Time to Die, l’attesissimo Bond 25 che segnerà l’ultima apparizione di Daniel Craig nei panni dell’iconico agente segreto. In una recente intervista emersa grazie a The Independent, l’attrice, sceneggiatrice e commediografa ha rivelato nel dettaglio qual è stato il suo effettivo apporto allo script del film diretto da Cary Joji Fukunaga.

 

L’attrice ha parlato di un intervento sui dialoghi e su diverse scene, menzionando anche uno scambio continuo di opinioni con Daniel Craig, coinvolto in tutte le fase del progetto, incluso il brano portante della colonna sonora affidato a Billie Eilish:

“Mi è stato chiesto di scrivere dei dialoghi brillanti e di proporre alcune modifiche”, ha spiegato Phoebe Waller-Bridge. “Mi hanno consegnato diverse scene dicendo: ‘Puoi scrivere un’alternativa per questa? Hai un’altra idea? Come potrebbero svolgersi o come potrebbero chiudersi?’. Il mio compito era quello di fornire una serie di opzioni, poi loro avrebbero considerato quelle che ritenevano più adatte. C’erano molte persone impegnate in questo processo di scrittura, come il regista. E prima di me c’erano stati altri che avevano lavorato alla storia.”

All’inizio la sceneggiatura di Bond 25 era stata affidata dagli “storici” Neal Purvis e Robert Wade. In seguito al coinvolgimento di Danny Boyle nel progetto, è subentrato alla sceneggiatura John Hodge. Dopo l’uscita di scena del regista di Traninspotting, Purvis e Wade sono stati richiamati dalla produzione a rimaneggiare lo script insieme al nuovo regista ingaggiato, ossia Fukunaga. Successivamente, venne approvata una riscrittura completa da Paul Haggis (Casino Royale e Quantum of Solace) e poi da Scott Z. Burns. L’ingresso della Waller-Bridge nel team per un nuovo processo di riscrittura – ingresso fortemente voluto da Craig –  risale ad aprile dello scorso anno.

LEGGI ANCHE – No Time to Die: Daniel Craig difende Phoebe Waller-Bridge da un giornalista

Il film, atteso nelle sale l’8 aprile 2020, vede nel cast Daniel Craig (James Bond), Ralph Fiennes (M), Naomie Harris (Eve Moneypenny), Ben Whishaw (Q), Rory Kinnear (Bill Tanner) e Jeffrey Wright (Felix Leiter). Le new entry del cast sono invece Rami MalekBilly Magnussen, Lashana Lynch e Ana de Armas.

Vi ricordiamo che la produzione ha assunto Phoebe Waller-Bridge per “ravvivare” lo script di Bond 25 sotto speciale richiesta di Craig, grande fan di Fleabag e Killing Eve, le due serie prodotte e scritte dall’attrice. Era dal 1963 (l’ultima fu Johanna Hardwood con Dr. No e From Russia With Love) che la casa di produzione non assumeva una donna per dare voce ai personaggi del franchise, una scelta oggi più che mai “rilevante”.

In No Time To Die, Bond si gode una vita tranquilla in Giamaica dopo essersi ritirato dal servizio attivo. Il suo quieto vivere viene però bruscamente interrotto quando Felix Leiter, un vecchio amico ed agente della CIA, ricompare chiedendogli aiuto. La missione per liberare uno scienziato dai suoi sequestratori si rivela essere più insidiosa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso villain armato di una nuova e pericolosa tecnologia.