Secondo Zack Snyder, un modello come quello del MCU, con la sua narrativa interconnessa, non potrebbe mai funzionare per il DCEU. Snyder ha diretto i primi due film che hanno rilanciato al cinema i personaggi di Superman e Batman (L’uomo d’acciaio e Batman v Superman: Dawn of Justice), gettando le basi per un nuovo universo condiviso basato sulle proprietà della DC.

 

Tuttavia, la storia del regista con la Warner Bros. e la DC Films è stata alquanto complicata. Nonostante L’uomo d’acciaio e Batman v Superman abbiamo raggiunto degli incassi notevoli, entrambi i film sono stati stroncati sia dalla critica che dai fan. Ciò ha spinto la WB ha riconsiderare i suoi piani per l’intero franchise, senza considerare che nel bel mezzo della produzione di Justice League, Snyder ha dovuto abbandonare il progetto a causa di una tragedia familiare. Il regista è stato sostituito in corsa da Joss Whedon, che ha stravolto la storia inizialmente concepita dal collega e portato al cinema un film completamente diverso rispetto a quelle che erano le intenzioni originale di Snyder.

Durante una recente intervista con il canale YouTube TheFilmJunkee (via Screen Rant), il regista ha condiviso i suoi pensieri sulla strategia della Warner Bros. in merito al DCEU, che a partire da Wonder Woman ha comunque sfornato una serie di titoli che sono stati maggiormente apprezzati rispetto al passato (come Aquaman e Shazam!).

“Francamente, adoro il fatto che abbiano deciso di assecondare la loro personalità”, ha spiegato Zack Snyder. “credo che ci sia stato un periodo intermedio in cui forse hanno cercato di capire come procedere. A cosa mi riferisco con periodo intermedio? Quando hanno valutato la possibilità di essere come la Marvel o provare a fare le cose in modo diverso. Adesso credo che abbiano trovato la loro strada… una strada in cui il regista viene prima di ogni cosa. Cosa il multiverso consente di fare… ascoltare la visione del regista e poi assemblare i personaggi.

Zack Snyder e l’approccio diversificato del DCEU

Il regista ha poi aggiunto: “Anche quando stavo girando L’uomo d’acciaio, Batman v Superman e Justice League, c’erano film d’animazione e serie DC che non avevano nulla a che fare con ciò che stavamo facendo. E non c’era un modo di collegarli insieme senza far sentire il fandom alienato. Sono anni che la Marvel pensa alla costruzione del suo universo. Ogni volta che c’era un nuovo film, si collegava a quelli precedenti e tutto sembrava muoversi nella stessa direzione. Questo con la DC non sarebbe mai potuto accadere. Perché c’erano già troppe cose estremamente popolari, a livello televisivo e cinematografico, che non potevano essere azzerate. Ogni cosa aveva già un suo tono, un suo universo. Ecco perché sono contento che l’universo DC si sia stabilizzato attraverso un approccio molto più diversificato.”