Captain Marvel

Brie Larson ha spiegato il vero motivo per cui ha accettato di interpretare Captain Marvel. Il coinvolgimento di Larson nel MCU è stato annunciato per la prima volta nel 2019: Captain Marvel è stato il primo film dei Marvel Studios con protagonista un personaggio femminile. Nonostante il grande successo riscosso dalla pellicola, Captain Marvel non è stato esente da critiche, dal momento che il lato più oscuro e tossico del fandom ha preso di mira il film proprio per le sue tendenze femministe.

 

Captain Marvel 2 è attualmente in fase di sviluppo, in attesa dell’arrivo nelle sale previsto per il 2022. Larson riprenderà ovviamente il ruolo di Carol Danvers, affiancata questa volta da Teyonah Parris (attualmente co-protagonista di WandaVision nei panni di Monica Rambeau) e da Iman Vellani (che farà il suo debutto nel MCU entro la fine dell’anno nella serie Ms. Marvel). Nia DaCosta figurerà come regista, andando così a sostituire Anna Boden e Ryan Fleck, registi del primo film. Al di là del cast artistico e tecnico, i dettagli sul sequel sono decisamente scarsi, ma la produzione dovrebbe essere pronta a partire entro la fine dell’anno.

Iscriviti a Disney+ e inizia a guardare le più belle storie Marvel e molto altro!

Di recente è stata la stessa Brie Larson a rivelare di aver cominciato ad allenarsi proprio in vista dell’inizio delle riprese. Intervistata da WWE, l’attrice premio Oscar ha avuto la possibilità di parlare non soltanto dell’allenamento in vista del suo ritorno nei panni di Carol Danvers, ma anche dei motivi che l’hanno spinta ad accettare il ruolo della supereroina. Per Larson, quello di Captain Marvel è un personaggio che trascende qualsiasi tipo di divisione, in grado di toccare il cuore dei fan in tanti modi diversi. Per l’attrice, tutto dipende dal modo in cui il personaggio che si sceglie di interpretare è in grado di ispirare le persone a sentirsi più forti e potenti.

“La cosa che davvero mi è aperto il cuore è stato il numero di persone diverse che hanno risposto così bene al personaggio di Carol. È più di quanto potessi realmente immaginare. Più di quanto il mio corpo possa contenere. Carol è un personaggio va oltre l’orientamento sessuale o le questioni di genere o razza. Ed è stata questa la cosa più eccitante per me. Il motivo per cui ho scelto di interpretare questo ruolo era di per sé già una sfida. Volevo impegnarmi al massimo per dare vita ad un simbolo che potesse significare qualcosa di importante per le altre persone. Non riguardava assolutamente me. Riguardava il personaggio e cosa poteva significare.”

Tutto ciò che sappiamo sul sequel di Captain Marvel

Captain Marvel 2, il sequel del cinecomic con protagonista il premio Oscar Brie Larson che ha incassato 1 miliardo di dollari al box office mondiale, sarà sceneggiato da Megan McDonnell, sceneggiatrice dell’attesa serie WandaVision.

Sfortunatamente, Anna Boden e Ryan Fleck, registi del primo film, non torneranno dietro la macchina da presa: a quanto pare, i Marvel Studios sarebbero interessati ad affidare la regia del nuovo film ad una sola regista donna. Secondo la fonte, Boden e Fleck potrebbero essere comunque coinvolti in una delle serie Marvel attualmente in sviluppo e destinate a Disney+.

Nessun dettaglio sulla trama del sequel è stato rivelato, ma l’ambientazione del film dovrebbe spostarsi dagli anni ’90 ai giorni nostri. Naturalmente, Brie Larson tornerà nei panni di Carol Danvers. Il sequel di Captain Marvel arriverà l’11 novembre 2022.