Bill Murray ha confrontato l’atteso Ghostbusters: Legacy con l’originale del 1984, affermando che il nuovo film di Jason Reitman riporterà ufficialmente il vita in celebre franchise. Murray è apparso in tutti i film della celebre saga nei panni di Peter Venkman, anche nel reboot al femminile del 2016 diretto da Paul Feig.

Ghostbusters: Legacy era inizialmente previsto per lo scorso anno, ma a causa della pandemia di Covid-19 è stato più e più volte rinviato. Ad oggi, il debutto del film nelle sale è atteso per il prossimo 11 novembre. Nel film, al fianco delle new entry Paul Rudd, Finn Wolfhard, Carrie Coon e McKenna Grace, rivedremo l’intero cast dei due film originali usciti negli anni ’80 e diretti da Ivan Reitman, padre di Jason, ad eccezzione del compianto Harold Ramis e di Rick Moranis, che si è ritirato dalla recitazione sul finire degli anni ’90 (l’attore tornerà a recitare in occasione dell’annunciato sequel di una delle sue commedie più celebri, Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi).

La storia di Ghostbusters: Legacy sarà ambientata 30 anni dopo i film originali e seguirà le vicende di una famiglia che, dopo essersi trasferita in una piccola città, scoprirà di avere un legame con il team originale di Acchiappafantasmi. Durante una recente intervista con Collider, Bill Murray ha parlato del nuovo film, confrontandolo con l’originale del 1984 e dichiarando che riporterà in vita il franchise.

“Ricordo che Jason Reitman mi chiamò e mi disse che aveva da anni un’idea per un nuovo Ghostbusters, ma devo ammettere che ero piuttosto scettico all’inizio. Ma l’idea era davvero incredibile, e in più avrebbe curato la sceneggiatura con Gil Kenan, con cui avevo già lavorato per Ember – Il mistero della città di luce. Insieme hanno scritto un film sui Ghostbusters che riporterà davvero in vita il franchise. Assomiglia davvero al primo film, molto più del sequel del 1989 o del reboto al femminile.”

Bill Murray su Ghostbusters II: “Non era la storia che avevano scritto.”

A proposito di Ghostbusters II, Murray ha rivelato che all’epoca nessuno voleva realmente prendere parte ad un sequel, e che all’inizio la storia del sequel doveva essere molto diversa: “All’epoca non avevo alcuna fretta di realizzarne un altro. Ho pensato che l’unico motivo per cui volevano farne un altro erano i soldi. Ero decisamente il più riluttante di tutti. Ad ogni modo, sono stato ingannato. Non so se sia stato Ivan Reitman ad organizzare tutto, ma ci hanno riunito tutti in una stanza e ci hanno lanciato un’idea per una nuova storia che era veramente fantastica. Ricordo di aver pensato che poteva davvero funzionare. Alla fine, però, è stata usata un’altra storia. Ci hanno convinto a partecipare al sequel con fase pretese. Harold aveva avuto una grande idea, ma quando mi sono ritrovato sul set era tutta un’altra cosa. Ad ogni modo, stavamo già girando, quindi abbiamo dovuto capire come farla funzionare. Per fortuna siamo sempre andati d’accordo. Il solo fatto di stare insieme agli altri era fantastico.”

A più di trent’anni dall’uscita nelle sale dell’iconico Ghostbusters, il cast originale, composto da Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Annie Potts di nuovo insieme per ridar vita a una delle saghe cinematografiche più amate della storia. Diretto da Jason Reitman, il film sarà nelle sale dall’estate 2020 prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Tra i protagonisti anche Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Carrie Coon e Paul Rudd.

Ghostbusters: Legacy, diretto da Jason Reitman e prodotto da Ivan Reitman, è il nuovo capitolo della saga originale Ghostbusters. Arrivati in una piccola città, una madre single e i suoi due figli iniziano a scoprire la loro connessione con gli Acchiappafantasmi originali e la segreta eredità lasciata dal nonno. Ghostbusters: Legacy è scritto da Jason Reitman & Gil Kenan.