Il regista James Gunn ha rivelato che la morte di Gamora è la sua scena preferita di Avengers: Infinity War. Il regista e sceneggiatore ha scritto e diretto i primi due capitoli del franchise di Guardiani della Galassia, i cui personaggi sono diventati in breve tempo i preferiti dai fan. Questo è uno dei motivi per cui la tragica scomparsa di Gamora per mano di Thanos è stata straziante per molti di loro.

Dopo i due film a loro interamente dedicati, i Guardiani della Galassia hanno finalmente incontrato i più potenti eroi della Terra in Infinity War, proprio mentre la minaccia di Thanos diventava sempre più imminente. Gamora conosceva il luogo segreto in cui era custodita la Gemma dell’Anima: sfortunatamente, a differenza delle altre Gemme dell’Infinito, quella dell’Anima richiedeva un sacrificio per essere acquisita. Nonostante il tentativo di Gamora di convincere il padre adottivo a non ucciderla, il titano pazzo era così motivato a raggiungere il suo obiettivo che alla fine uccise l’unica persona che aveva mai amato veramente.

Iscriviti a Disney+ e inizia a guardare le più belle storie Marvel e molto altro!

Per quanto triste sia stato quel momento, James Gunn ha rivelato che in realtà si tratta della sua scena preferita di Avengers: Infinity War. In una serie di tweet in cui ha risposto ad alcune domande dei fan, Gunn ha spiegato che prima che i registi Anthony e Joe Russo decidessero di inserire la morte di Gamora nel film, è stato consultato al riguardo. “Sicuramente non era stato pianificato. Non faceva parte dei miei piani uccidere Gamora”, ha spiegato Gunn. “Ma sono stato consultato prima che venisse presa qualsiasi decisione definitiva. Quindi, in un certo senso, non è stata una cosa totalmente fuori dal mio controllo. Anzi, ad essere sinceri, è la mia scene preferita di Infinity War.”

Il futuro di Gamora nel MCU

Dopo la morte di Gamora in Infinity War, il personaggio è stato riportato in vita in Avengers: Endgame. Tuttavia, quella versione del personaggio che ora esiste nel MCU è del 2014, il che significa che non ricorda il suo tempo con i Guardiani della Galassia, inclusa la sua relazione con Star-Lord. In sostanza, è una persona completamente diversa.

Sarà interessante capire come tutto questo verrà affrontato nell’attesissimo Guardiani della Galassia Vol. 3, che Gunn sta attualmente scrivendo e che dovrebbe arrivare nelle sale nel 2023. Il regista ha già anticipato di aver pianto molto durante la sthe ha pianto molto scrivendo la storia per il trio; se questa sia un’indicazione o meno del futuro di Gamora è sconosciuta, ma aspettatevi che il prossimo film di successo sia emozionante.