A dicembre dello scorso anno abbiamo appreso la notizia che David Gordon Green, regista di Halloween e del prossimo Halloween Kills, avrebbe diretto per conto di Blumhouse e Morgan Creek il sequel de L’esorcista.

Ora, in una recente intervista con Den of Geek in occasione della promozione de La notte del giudizio per sempre, Jason Blum ha svelato i primi dettagli sul misteriosissimo progetto che, ovviamente, ha lasciato perplessi moltissimi fan del film originale del 1973, considerato ancora oggi il più grande horror di tutti i tempi.

“Sarà come l’Halloween che David ha diretto nel 2018”, ha detto Blum. “Penso che sorprenderà tutti gli scettici. C’erano molti scettici su Halloween e David è riuscito a far cambiare loro idea. Penso che lo stesso accadrà con L’esorcista. Adoro realizzare questo tipo di progetti, perché il pubblico è sempre emozionato al riguardo. Penso che il livello sia davvero alto e, ovviamente, sarà una sfida per noi.”

Poi ha aggiunto: “Probabilmente, il 95% delle persone che vedrà a vedere il film, se facciamo bene il nostro lavoro, non ha visto l’originale, né forse ne ha mai sentito parlare. Il mio obiettivo è fare un film che funzioni per entrambe le tipologie di pubblico, anche per chi conosce a memoria l’originale ed è arrabbiato perché stiamo realizzando questo sequel, ma che alla fine, in qualche modo, si trascinerà al cinema per vederlo. Voglio che escano felici. Voglio fare un film che tutte quelle persone che non hanno mai sentito parlare de L’esorcista possano davvero godersi. Penso che David lo abbia già fatto con Halloween e penso che lo farà anche con L’esorcista.”

Il grande successo de L’esorcista

L’esorcista di William Friedkin venne nominato a 10 premi Oscar (incluso miglior film), vincendo due statuette, e generò anche due sequel e due prequel/spin-off. Dopo il grande successo di critica e pubblico del film originale, nel 1977 venne rilasciato L’esorcista II – L’eretico; tredici anni dopo, nel 1990, uscì invece L’esorcista III, diretto da William Peter Blatty, autore del romanzo originale che ispirò il film di Friedkin, scomparso nel 2017.

In nessuno dei due sequel venne coinvolto Friedkin e nessuno dei due film ottenne il successo del capostipite; tuttavia, nel 2004 venne realizzato un prequel diretto da Lenny Harlin e dedicato alle vicende di padre Lankester Merrin, seguito nel 2005 da un altro prequel più o meno identico a quello dell’anno precedente, diretto però da Paul Schrader.

La Morgan Creek Entertainment è stata già responsabile della realizzazione de L’esorcista III (1990) e dei due prequel L’esorcista – La genesi (2004) e Dominion: Prequel to the Exorcist (2005). Di recente William Friedkin ha dichiarato attraverso il suo profilo Twitter che non sarà in alcun modo coinvolto nel film prodotto dalla Blumhouse.