captain marvel

La star di Captain Marvel, Lashana Lynch, ha recentemente parlato di come ha appreso del destino del suo personaggio nella serie Disney+ WandaVision. L’attrice – attualmente nelle nostre sale con No Time to Die – ha fatto il suo debutto nel MCU nel film con Brie Larson del 2019.

 

In Captain Marvel, ambientato negli anni ’90, sono state esplorate le origini di Carol Danvers. Quel film ha anche introdotto il personaggio di Maria Rambeau, interpretato appunto da Lynch, e di sua figlia Monica (Akira Akbar). La versione adulta di quest’ultima ha fatto ritorno nella serie WandaVision, interpretata da Teyonah Parris, in cui scopre che sua madre è morta di cancro durante i suoi cinque anni di assenza a causa della decimazione di Thanos.

Ora, in una recente intervista con ComicBook, Lashana Lynch ha avuto modo di riflettere sulla sua interpretazione di Maria Rambeau in Captain Marvel, spiegando come ha scoperto del destino del suo personaggio di WandaVision. L’attrice ha rivelato di essere stata contattata personalmente da Kevin Feige, il quale, con largo anticipo, le ha fatto sapere che la Marvel avrebbe ucciso il suo personaggio per far posto all’arco narrativo di Monica Rambeau.

“Kevin Feige, che è davvero la persona più gentile di questo mondo, mi ha inviato un’email personale molto tempo prima, forse più di un anno, un anno e mezzo prima che debuttasse WandaVision, per spiegarmi cosa sarebbe successo, come e quando”, ha dichiarato Lynch. “Mi ha detto espressamente che non voleva che lo scoprissi in altro modo. Ci teneva a questa cosa. Ci teneva davvero tanto.”