Quentin Tarantino film

L’acclamato regista Quentin Tarantino è, da sempre, un grande sostenitore  dell’esperienza della sala cinematografica. Proprio di recente, ha acquistato il Vista Theatre di Los Angeles, secondo cinema di proprietà del regista dopo il New Beverly, che possiede dal lontano 2007.

Tarantino ha sempre fatto sentire la sua voce e di recente ha voluto dire la sua in merito ai film che escono direttamente in streaming e saltano l’uscita in sala. Secondo Screen Crush, (via ReelBlend), Tarantino trova questa scelta “deprimente”. Il regista ha anche ammesso di sentirsi davvero fortunato che C’era una volta a Hollywood sia stato distribuito nel 2019, poco prima dello scoppio della pandemia di Covid-19.

“Penso che sia deprimente. Sono contento di lavorare con Sony, che non si occupa di questo”, ha dichiarato il regista. “Non hanno seguito quella strada… mi fa davvero pensare al 2019, quando siamo usciti con C’era una volta a Hollywood. Mi fa davvero pensare al fatto che io, Joker, 1917… eravamo come uccelli che stavano per volare via da una finestra proprio quando la finestra si stava per chiudere, sbattendo. Praticamente, le penne delle nostre code stavamo per rimanere incastrate. Ma siamo riusciti a volare via in tempo.”

Tarantino si inserisce nel dibattito “Cinema vs. streaming”

Di recente, gli esercenti americani hanno criticato la decisione della Disney di far uscire Black Widow in contemporanea anche su Disney+ con Accesso Vip, sostenendo che la scelta ha generato un calo significativo negli incassi durante il secondo weekend di programmazione. Il dibattito tra visione in sala e streaming è aumentato in maniera considerevole a seguito della scoppio della pandemia.

Tarantino non è certamente il primo regista a condividere questo tipo di sentimento. Già Christopher Nolan, in passato, aveva criticato pubblicamente la Warner Bros., lo studio con cui ha lavorato per ben 18 anni, per aver scelto di distribuire i titoli relativi al 2020/2021 in contemporanea al cinema e su HBO Max. Ancora, vari dipendenti della Pixar sarebbero rimasti assai delusi dalla scelta della Disney di far uscire Soul e Luca esclusivamente su Disney+ invece che nei cinema.