vedova nera

Nei fumetti, così come nel MCU, la storia di Vedova Nera è piuttosto complessa. Dopo la sua permanenza nella Stanza Rossa, dove si è formata per diventare un’esperta assassina, Natasah Romanoff (Scarlett Johansson), ha preso parte a molte missioni che hanno messo a dura prova il suo codice morale. Il suo partner, Occhio di Falco (Jeremy Renner), ne ha menzionata uno durante The Avengers del 2012, facendo riferimento ad una missione a Budapest.

Anche se il passato di Nat è in gran parte sconosciuto, durante le sue molteplici apparizioni cinematografiche sono stati disseminati numerosi indizi in merito a ciò che Nat ha dovuto affrontare. Ad esempio, sempre in The Avengers, Loki (Tom Hiddleston) schernisce Natasha ricordandole gli eventi a cui aveva preso parte, parlando di una missione a San Paolo e di un incendio scoppiato in un ospedale situazto in Bulgaria. Tuttavia, la maggior parte di queste missioni non sono state raccontate sul grande schermo, ma soltanto accennate. Ora, una scena eliminata da Captain America: The Winter Soldier, contribuisce ad ampliare l’oscuro passato di Natasha, tirando in ballo altri luoghi che nel MCU non sono mai neanche stati menzionati.

Intitolata “Widow Revelas Her Past”, la scena ha luogo durante il culmine del film, quando Romanoff ha deciso di rivelare lo SHIELD, l’HYDRA e i suoi stessi segreti al mondo. In un ultimo disperato tentativo di fermarla, il capo dell’HYDRA, Alexander Pierce (Robert Redford), le ricorda che il mondo avrebbe saputo tutte le cose discutibile che aveva fatto. Pierce dichiara: “Se lo fai, niente del tuo passato resterà nascosto. Né Budapest, né Osaka, nè il reparto pediatrico”. Proprio quest’ultimo sembra colpire Nat nel profondo, che arriva ad esitare per un breve momento prima di portare a termine la sua missione. Tuttavia, la maggior parte degli eventi legati al suo passato rimangono ancora senza una spiegazione.

Da un lato, Pierce potrebbe aver fatto riferimento alla Stanza Rossa, dove Nat si è formata quando era ancora una bambina. Tuttavia, avrebbe potuto facilmente menzionare quel luogo per nome. Senza un apparente legame con i fumetti, il reparto pediatrico sembra essere un’idea completamente originale, partorita appositamente per il film. In realtà, una spiegazione potrebbe essere stata data in The Avengers del 2012.

L’evoluzione di Vedova Nera: da spia egoista a eroe altruista

Durante l’interrogatorio con Loki, dove ha menzionato l’incendio dell’ospedale, Natasha ha una reazione molto simile a quella avuta in The Winter SoldierLa breve esitazione della stoica spia significava che quell’evento aveva avuto un impatto davvero profondo sulla sua vita. Non si sa molto in merito all’incendio dell’ospedale, ma nel fumetto tie-in “Black Widow Strikes” viene fatta luce su quando è accaduto in realtà. Secondo il fumetto, Romanoff avrebbe dovuto far sembrare un incidente quello che in realtà era un omicidio, dando fuoco, appunto, ad un ospedale. Tuttavia, ha lasciato che alcune giovani ragazze restassero intrappolate nell’edificio, senza riuscire a salvarle.

Potrebbe trattarsi dello stesso evento del reparto pediatrico a cui si riferisce Pierce, ma non ci sono prove chiare che colleghino effettivamente i due eventi. La storia di Natasha Romanoff include molte decisioni oscure del suo passato che la stessa ha capito che non potevano essere evitate. Ciò che ha reso The Winter Soldier così speciale è stato il fatto che ha contribuito a dare a Natasha un nuovo inizio come Avenger e l’ha spinta verso un arco narrativo grazie al quale da spia egoista è riuscita a trasformarsi in eroe altruista.

Fonte: CBR.com