Doctor Strange nel Multiverso della Follia
- Pubblicità -

Lo sceneggiatore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia Michael Waldron ha rivelato un finale alternativo per il film dei Marvel Studios che avrebbe visto una sinistra variante fare sentire la sua presenza nel MCU.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia è stato un viaggio divertente, ma forse non il folle viaggio attraverso molteplici realtà che molti fan speravano. Non è un segreto che il sequel di Sam Raimi abbia subito numerose riprese aggiuntive, cosa che ha portato a cambiamenti radicali che probabilmente significano che c’è un montaggio molto diverso del film da qualche parte nei Marvel Studios.

Non stiamo parlando di una situazione “#ReleaseTheRaimiCut” perché la pratica di riprese aggiuntive è qualcosa che lo studio usa spesso per rimodellare i blockbuster che non funzionano del tutto.

Nel caso del sequel di Doctor Strange, sappiamo che l’inizio del film e il roster de Gli Illuminati sono cambiati, ma nel Commento del regista su Disney+, lo scrittore Michael Waldron ha rivelato un finale alternativo. Non sembra che sia stato effettivamente girato, anche se forse poteva essere migliore rispetto a quello che abbiamo ottenuto.

“Strange rimane intrappolato in quell’universo [incursione]”, spiega, “e poi [Sinister Strange] si gira e il terzo occhio si apre”. Waldron ha aggiunto che per sottolineare questo momento, avremmo sentito la risata di Vincent Price, simile alla narrazione di “Thriller” di Michael Jackson.

Immaginiamo che questo finale cliffhanger sia stato scartato perché avrebbe potuto essere considerato un po’ troppo simile a quanto visto in Loki, con il personaggio bloccato in un’altra realtà, ma è certamente intrigante pensare a cosa avrebbe potuto portare un malvagio Strange nel MCU. Tuttavia, quasi certamente non avremmo visto Clea a meno che non avesse salvato l’eroe da quella Terra alternativa.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia: recensione del film con Benedict Cumberbatch

Doctor Strange nel Multiverso della Follia vedrà Benedict Cumberbatch tornare nel ruolo di Stephen Strange. Diretto da Sam Raimi, il sequel vedrà anche Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) assumere un ruolo da co-protagonista dopo WandaVision.

La sceneggiatura del film porterà la firma di Jade Bartlett e Michael Waldron. Oltre a Cumberbatch e Olsen, nel sequel ci saranno anche Benedict Wong (Wong), Rachel McAdams (Christine Palmer), Chiwetel Ejiofor (Karl Mordo) e Xochitl Gomez (che interpreterà la new entry America Chavez). Nel cast è stato confermato anche Patrick Stewart nel ruolo di Charles Xavier. Doctor Strange nel Multiverso della Follia è al cinema dal 4 maggio 2022. Le riprese sono partite a Londra a novembre 2020 e avranno luogo anche a New York, Los Angeles e Vancouver. Nel sequel dovrebbe apparire in un cameo anche Bruce Campbell, attore feticcio di Sam Raimi. Al momento, però, non esiste alcuna conferma in merito.

- Pubblicità -