Alien: Romulus, nuove foto rendono omaggio ai film originali mentre Fede Álvarez rivela il coinvolgimento di James Cameron

Sono state diffuse un paio di nuove fotogrammi di Alien: Romulus, e almeno una di queste è destinata a riportare alla memoria l'Aliens di James Cameron. Abbiamo anche nuovi commenti da parte del regista Fede Álvarez.

-

Nessuno dei sequel, prequel e spin-off di Alien è riuscito a eguagliare il classico di Ridley Scott del 1979. Non hanno nemmeno toccato il capolavoro fantascientifico di James Cameron, Aliens, uscito sette anni dopo, nel 1986. Il regista Fede Álvarez spera di cambiare questa serie di delusioni critiche e commerciali con Alien: Romulus, un film che prende spunto sia dal lavoro di Ridley Scott che da quello di James Cameron.

Come si può vedere nelle immagini appena rilasciate qui sotto, il regista ha puntato molto su questa estetica. Parlando con Total Film, Álvarez ha anche confermato di aver utilizzato effetti pratici simili a quelli dei suoi predecessori, ottenendo così consigli da entrambi quando si è trattato di raccontare questa storia.

Quest’ultimo si è consultato sulla sceneggiatura durante una telefonata “approfondita” con Álvarez e il co-sceneggiatore di Alien: Romulus, Rodo Sayagues. Tra queste c’erano anche minuzie come le dimensioni dei motori dell’astronave!

Alla fine della telefonata, ci ha ringraziato per avergli permesso di fare brainstorming con noi, cosa che ho trovato esilarante“, ricorda Álvarez. “Gli ho detto: “Non devi ringraziarci; per noi è il giorno più bello di sempre!“”.

“Gli ambienti, e anche il ritmo, sono più simili a quelli di Alien per un bel po‘”, aggiunge. “E poi gradualmente – non ve ne accorgerete nemmeno – sentirete che è più Alien. È una progressione naturale, che avviene senza sforzo“.

Cosa ha detto del film Alien: Romulus il regista?

Il mese scorso, Álvarez ha spiegato come sta affrontando Alien: Romulus in modo da renderlo un punto di ingresso per i nuovi arrivati nel franchise e un’esperienza soddisfacente per i fan di vecchia data.

Il modo in cui l’abbiamo concepito è che se non avete visto nessuno di questi film, sono geloso perché vivrete un’esperienza incredibile“, ha detto. “Avrete tutti questi mondi di Alien davanti a voi, e non avete mai vissuto nulla di tutto questo. Non sapete come nasce la creatura e non conoscete nessuna di queste cose. È fantastico. Vi divertirete un mondo“.

Se avete visto gli altri film, allora è un’esperienza completamente diversa, perché vedrete e troverete i collegamenti con gli altri film“, ha detto il regista. “E se sei un fan, sarai quella persona che infastidisce i tuoi amici al cinema, dicendo loro che sai da cosa è tratto questo film, da dove viene quella pistola e di cosa parlano i personaggi“. Di seguito le foto inedite:

 

Alien: Romulus, tutto quello che sappiamo sul film

Il film Alien: Romulus è interpretato da Cailee Spaeny (Priscilla), David Jonsson (Agatha Christie’s Murder is Easy), Archie Renaux (Tenebre e ossa), Isabela Merced (The Last of Us), Spike Fearn (Aftersun) e Aileen Wu. Alien: Romulus è diretto da Fede Alvarez (La casa, Man in the Dark) da una sceneggiatura scritta dallo stesso Alvarez insieme al suo frequente collaboratore Rodo Sayagues (L’uomo nel buio – Man in the Dark), basata sui personaggi creati da Dan O’Bannon e Ronald Shusett.

Nel film, stando alla sinossi ad oggi riportata, un gruppo di giovani coloni spaziali, mentre rovista nelle profondità di una stazione spaziale abbandonata, si ritrova faccia a faccia con la forma di vita più terrificante dell’universo. Dovranno allora cercare di sopravvivere e impedire che quel male possa diffondersi. Il film è atteso in sala a partire dal 16 agosto.

Il film è prodotto da Ridley Scott (Napoleon), che ha diretto l’originale Alien e ha prodotto e diretto i nuovi film della saga, Prometheus e Alien: Covenant, Michael Pruss (Lo strangolatore di Boston) e Walter Hill (Alien); mentre Fede Alvarez, Elizabeth Cantillon (Charlie’s Angels), Brent O’Connor (Bullet Train) e Tom Moran (Unstoppable – Fuori controllo) sono i produttori esecutivi.

Durante una chiacchierata con Variety sul red carpet dei Gotham Awards dello scorso anno, la Spaeny aveva rivelato che Romulus si svolge tra gli eventi dell’Alien originale di Ridley Scott e il sequel di James Cameron, Aliens – Scontro finale. “Dovrebbe inserirsi tra il primo e il secondo film“, ha detto Spaeny. “Hanno portato lo stesso team di ‘Aliens’, il film di James Cameron. Le stesse persone che hanno costruito quegli xenomorfi sono venute a costruire i nostri. Quindi vedere il progetto originale con le persone originali che hanno lavorato a questi film per più di 45 anni e che hanno fatto parte della loro vita è stato davvero incredibile“. Sappiamo ora che il nuovo capitolo si svolge prima di entrambi questi film.

A produrre il film c’è naturalmente anche la Scott Free, la società del regista originale di Alien, Ridley Scott, che è produttore esecutivo. Con il titolo Alien: Romulus, non è dunque ancora stato rivelato molto riguardo all’ambientazione, alla collocazione temporale o alla trama del film. Ad aprile, Álvarez aveva rilasciato un’immagine dietro le quinte di un facehugger che stringe il ciak del film a bordo di una stazione spaziale. La presenza del facehugger conferma che il film si svolgerà dopo gli eventi di Prometheus e Alien: Covenant, che hanno rappresentato le origini degli Xenomorfi così come li si conosce.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

The Acolyte - episodio 5-Easter Eggs

The Acolyte, finale di stagione: cosa è successo?

Il finale di stagione di The Acolyte: La Seguace parte da dove è finito l'episodio 6; Osha indossa l'elmo dello Straniero, ma sembra che stia...
- Pubblicità -