margot robbie

Intervistata da Collider, Margot Robbie ha discusso approfonditamente dei progetti futuri che la vedranno protagonista, fra cui Birds of Prey, primo spin-off sul personaggio di Harley Quinn che l’attrice ha già interpretato in Suicide Squad nel 2016.

In particolare la Robbie ha confessato che il lavoro sul film e lo sviluppo del progetto dura ormai da tre anni, e che il target degli spettatori sarà leggermente diverso rispetto agli altri titoli della DC Films:

Ho lanciato l’idea di un film su una gang di ragazze vietato ai minori, dove ovviamente c’è Harley, perché pensavo avesse bisogno di amiche. Lei ama interagire con le persone, quindi non la farei mai recitare in un film solista: deve stare con altri personaggi e questi dovrebbero comporre una gang di ragazze. Non vedo abbastanza ragazze sullo schermo, specialmente nel genere action, quindi l’idea nasce da qui“.

Birds of Prey: in sviluppo due sceneggiature, entrambe con Batgirl

La Robbie ha anche avuto modo di parlare di Cathy Yah, la regista a cui è stata affidata la pellicola, specificando che “Alla fine non conta il fatto che tu sia un uomo o una donna, ma se sei la persona migliore per raccontare quella storia. E Cathy era semplicemente la migliore“.

Birds of Prey vedrà Margot Robbie ritornare nei panni del personaggio DC Comics che ha esordito in Suicide Squad. Il film sarà basato sul fumetto omonimo e al momento la Robbie è l’unica attrice ufficialmente coinvolta.

A produrre il film ci sarà proprio la LuckyChap di Margot Robbie insieme alla Kroll & Co Entertainment di Sue Kroll e la Clubhouse Pictures di Bryan Unkeless.

Dopo Patty Jenkins, la Yan sarà la seconda regista donna legata a un film tratto dai fumetti DC, cosa che potrebbe essere un buon auspicio per la Warner Bros, visto che Wonder Woman della Jenkins è l’unico film DC Comics che ha davvero registrato un grande successo.

Suicide Squad 2 posticipato in favore di Batgirl e Birds of Prey, ecco perché

Fonte: Collider