Spider-Man Timothée Chalamet

Prima che Tom Holland venisse annunciato al mondo come il nuovo Spider-Man del grande schermo, si è tenuto un lunghissimo processo di provini e audizioni per trovare il Peter Parker perfetto per gli scopi di SONY e Marvel Studios.

 

Impegnato in una stagione dei premi che lo vedrà trai protagonisti, Timothée Chalamet ha dichiarato di aver sostenuto anche lui il provino per Spider-Man: Homecoming.

L’attore ha un piccolo ruolo in Lady Bird di Greta Gerwig, film che ha già vinto due Golden Globes (alla Migliore attrice in una commedia e al Miglior film commedia). Tuttavia è il ruolo da protagonista in Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino che farà parlare di lui. Il giovane Chalamet ha già vinto il premio per migliore attore a New York e Los Angeles, dalle associazioni di critici, oltre ad aver avuto una nomination ai Globes, ai Critics Choice (premi in cui è stato battuto da Gary Oldman) e ai Screen Actors Guild Awards, i cui vincitori verranno annunciati nel prossimo mese.

Il film è un racconto di formazione, anche romantica, in cui Chalamet recita insieme a Armie Hammer. Parlando con THR, il giovane attore di appena 22 anni ha dichiarato di aver sostenuto anche lui, tra gli altri, il provino per il ruolo da protagonista in Spider-Man: Homecoming, tre anni fa.

Spider-Man, un concept inutilizzato del costume omaggia Ben Reilly

“Ho letto due volte le battute e sono andato nel panico più totale – ha dichiarato Chalamet – ho chiamato il mio agente, Brian Swardstrom, e gli ho detto ‘Brian, ci ho pensato e credo che dovrei provarci di nuovo, andare lì e leggere di nuovo le battute’ e lui mi ha raccontato la storia di Sean Young e di come, nel tentativo di diventare Catwoman, ha spaventato tutti, presentandosi ai cancelli dello studio con il costume.”

Adesso che il successo dei due film a cui ha partecipato lo ha reso un nome noto, Timotheé è consapevole che dovrà combattere un po’ meno per i suoi ruoli e dovrà sostenere meno audizioni.

“Onestamente, la parte che preferisco di quest’anno, a parte recitare in altri film e andare in giro a parlare di Chiamami col tuo nome, è non dover più costantemente sostenere audizioni.”

E infatti il futuro, per il giovane attore, è davvero roseo, considerato che ha già finito di girare il nuovo film di Woody Allen, A Rainy Day in New York.

Il ruolo di Spider-Man gli avrebbe senz’altro conferito la fama che ogni giovane attore cerca, ma forse non gli avrebbe consentito di avere la possibilità di fare delle esperienze così stimolanti dal punto di vista artistico.