Drew Barrymore: 10 cose che non sai sull’attrice

-

Bambina prodigio, Drew Barrymore ha iniziato a recitare molto presto, affermandosi come astro nascente dell’industria. Nei primi anni della sua carriera partecipa infatti ad alcuni celebri film, e se anche conosce un fase d’arresto per via della sua turbolenta vita privata, la Barrymore ha dimostrato di poter risorgere dalle proprie ceneri, reinventandosi e divenendo una figura particolarmente autoriale a Hollywood. Ecco 10 cose che non sai su Drew Barrymore.

Parte delle cose che non sai sull’attrice

Drew Barrymore Scream

Drew Barrymore: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in celebri lungometraggi. L’attrice debutta sul grande schermo all’età di 5 anni con il film Stati di allucinazione (1980), con William Hurt, per poi diventare estremamente popolare per il suo ruolo in E.T. – L’extraterrestre (1982). Negli anni successivi continua ad affermare la propria fama con titoli come L’occhio del gatto (1985), Lontano da casa (1989), La mia peggiore amica (1992), Bad Girls (1994), Batman Forever (1995), Tutti dicono I Love You (1996), Scream (1996), Prima o poi me lo sposo (1998), Mai stata baciata (1999), Charlie’s Angels (2000), con Cameron Diaz, Donnie Darko (2001), con Jake Gyllenhaal, Confessioni di una mente pericolosa (2002), Duplex (2003), di Danny DeVito, 50 volte il primo bacio (2004), La verità è che non gli piaci abbastanza (2009), Whip It (2009), Qualcosa di straordinario (2012), Insieme per forza (2014), con Adam Sandler, e Miss You Already (2015).

9. È stata protagonista anche per la televisione. Negli ultimi anni l’attrice è diventata nota grazie ad alcuni ruoli televisivi. Assente sul piccolo schermo dagli anni Novanta, la Barrymore vi torna a recitare per il film Grey Gardens – Dive per sempre (2009), con cui ottiene un Golden Globe. Successivamente ottiene popolarità con il personaggio di Sheila Hammond nella serie Santa Clarita Diet, dove recita dal 2017 al 2019.

8. È un’affermata produttrice. Tra le principali attività ricoperte dall’attrice vi è anche quella della produzione. La Barrymore ricopre per la prima volta tale ruolo nel 1999 con il film Mai stata baciata, per poi produrre anche i film Charlie’s Angels, Donnie Darko, Charlie’s Angels – Più che mai, Duplex, L’amore in gioco, La verità è che non gli piaci abbastanza, e Whip It, tutti film per i quali ha anche recitato. Ha poi prodotto anche le serie Charlie’s Angels, Tough Love e Santa Clarita Diet.

Drew Barrymore è su Instagram

7. Ha un account personale. L’attrice è presente sul social network Instagram con un profilo seguito da 13,2 milioni di persone. All’interno di questo l’attrice è solita condividere fotografie che la ritraggono durante sue attività quotidiane, ma anche immagini promozionali dei suoi progetti da interprete. Particolarmente presenti sono anche i post dedicati alla sua linea di prodotti di bellezza.

Drew Barrymore: i suoi figli

6. Ha avuto figli dall’ultimo matrimonio. Nel corso della sua vita l’attrice è stata sposata per tre volte, ma solo con l’ultimo marito, Will Kopelman, ha avuto dei figli. Nel 2012 e nel 2014 nascono infatti le sue due bambine, e anche se poi la Barrymore ha annunciato il divorzio nel 2016, è rimasta legata al marito da buoni rapporti per poter crescere insieme le due figlie.

Parte delle cose che non sai sull’attrice

Drew Barrymore E.T.

Drew Barrymore in Scream

5. Le era stato offerto il ruolo della protagonista. Per il film horror Scream, alla Barrymore era stato proposto di ricoprire il ruolo di Sidney Prescott, personaggio protagonista del film. Tuttavia, in modo anche sorprendente, l’attrice rifiutò la parte preferendo quella di Casey Becker, personaggio che si vede a inizio film e che viene ucciso dopo pochi minuti. L’attrice era infatti convinta che se lei, con la sua notorietà, avesse ricoperto quel personaggio destinato ad uscire presto di scena, il pubblico avrebbe pensato che il film sarebbe stato ricco di imprevedibilità.

4. Ha spaventato un reale poliziotto. Nella sua scena a inizio film, l’attrice in preda al panico compone il numero della polizia in cerca di aiuto. Chi di dovere, tuttavia, dimenticò di staccare il collegamento del telefono, e ciò portò ad una reale chiamata alle forze dell’ordine. Un operatore della polizia all’altro capo del telefono, dunque, sentì le grida della Barrymore, credendo di ascoltare un vero omicidio in diretta.

Drew Barrymore in E.T.

3. Fu sgridata erroneamente dal regista. Durante una giornata di riprese del film, l’attrice, che all’epoca aveva sette anni, continuava a scordare le proprie battute. Annoiato dalla situazione, il regista Steven Spielberg la sgridò alzando la voce. Più tardi venne però a sapere che la bambina aveva la febbre e per quello non riusciva ad essere concentrata. Scusatosi più volte, le permise di andare a casa per riprendersi.

2. Aveva problemi con il pupazzo dell’alieno. L’attrice ha più volte ricordato di aver vissuto diversi piccoli disagi nel rapportarsi con il pupazzo che dava le sembianze al personaggio dell’alieno protagonista. La Barrymore era infatti turbata dai piedi del personaggio, da cui fuoriuscivano diversi cavi per l’elettricità, mentre data la distanza tra i due occhi dell’extraterrestre trovava faticoso guardarlo in entrambi, finendo con lo sceglierne uno solo.

Drew Barrymore: età e altezza

1. Drew Barrymore è nata a Culver City, in California, Stati Uniti il 22 febbraio 1975. L’attrice è alta complessivamente 163 centimetri.

Fonte: IMDb

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -