William Hurt film

Affermatosi come uno dei più interessanti interpreti degli anni Ottanta, William Hurt ha guadagnato celebrità ruolo dopo ruolo, arrivando ad ottenere alcuni dei più prestigiosi riconoscimenti dell’industria statunitense. Negli anni non ha mai smesso di prendere parte a quelli che si sono rivelati grandi successi cinematografici, mettendo continuamente in mostra la sua duttilità d’interprete. Ecco 10 cose che non sai di William Hurt.

1Parte delle cose che non sai sull’attore

William Hurt figli
 

William Hurt: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in celebri lungometraggi. L’attore debutta al cinema nel 1980 con il film Stati di allucinazione, con cui ottiene una prima notorietà. Si afferma poi come interprete grazie a pellicole come Brivido caldo (1981), Il grande freddo (1983), Il bacio della donna ragno (1985), Dentro la notizia (1987) e Alice (1990). Successivamente recita anche in La peste (1992), Jane Eyre (1996), Dark City (1998), Sunshine (1999), A.I. – Intelligenza artificiale (2001), Ipotesi di reato (2002), A History of Violence (2005), con Viggo Mortensen, Syriana (2005), Into the Wild (2007), di Sean Penn, L’incredibile Hulk (2008), Robin Hood (2010), Captain America: Civil War (2016), con Chris Evans e Robert Downey Jr., Avenger: Infinity War (2018), Avengers: Endgame (2019) e Black Widow (2020), con Scarlett Johansson.

9. Ha preso parte a produzioni televisive. Nel corso della sua carriera Hurt non ha mancato di recitare anche per il piccolo schermo, comparendo ad esempio in film come Varian Fry – Un eroe dimenticato (2001) e Too Big to Fail – Il crollo dei giganti (2011), con anche l’attore Paul Giamatti. Negli ultimi anni ha invece recitato nelle serie Frankenstein (2004), Incubi e deliri (2006), Damages (2009), Moby Dick (2011), Bonnie & Clyde (2013), Humans (2015), Golia (2016) e Beowulf: Return to the Shieldlands (2016).

8. È stato più volte nominato all’Oscar. Ad oggi Hurt vanta ben quattro nomination al premio Oscar. Alla sua prima candidatura, nel 1986, ha vinto il prestigioso premio come miglior attore per Il bacio della donna ragno. Viene nominato nella medesima categoria anche nel 1987 per Figlio di un dio minore, e nel 1988 per Dentro la notizia. Nel 2006 viene invece nominato come miglior attore non protagonista per A History of Violence.

William Hurt: i figli dell’attore

7. Ha avuto diversi figli da più relazioni. L’attore diventa padre per la prima volta nel 1982, quando dà alla luce un bambino dalla relazione avuta con la sceneggiatrice Sandra Jennings. Successivamente, dal matrimonio con Heidi Henderson, diventa padre di altri due figli, nati rispettivamente nel 1989 e nel 1991. Nel 1994 nasce l’ultima figlia, avuta dalla sua relazione con l’attrice Sandrine Bonnaire, conosciuta sul set del film La peste.

William Hurt: il suo 2019

6. Ha recitato in diversi film. Il 2019 è stato un anno particolarmente ricco per l’attore. Non solo questi è apparso sul grande schermo nuovamente nei panni del Generale Ross in Avengers: Endgame, ma ha anche preso parte alle riprese del film Black Widow, con Scarlett Johansson, dove comparirà nuovamente nei panni del personaggio.

Indietro