fabrizio-bentivoglio-film

Attore stimato e piuttosto prolifico, Fabrizio Bentivoglio è uno dei volti più noti del cinema italiano degli ultimi decenni, affermatosi grazie alle sue interpretazioni di alto livello. Con all’attivo la partecipazione a importanti film d’autore, Bentivoglio si è potuto costruire una fama da attore estremamente dedito a tale arte, mantenendo su di sé un’aura di prestigio che ancora oggi lo contraddistingue.

Ecco 10 cose che non sai di Fabrizio Bentivoglio.

1Parte delle cose che non sai sull’attore

fabrizio-bentivoglio-teatro
 

Fabrizio Bentivoglio: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in celebri lungometraggi italiani. Bentivoglio debutta al cineme nel 1980 con il film Il bandito dagli occhi azzurri, per poi prendere parte a Masoch (1980), Morte in vaticano (1982), Salomé (1986), Via Montenapoleone (1987), Apartment Zero (1988) e Marrakech Express (1989), con cui ha acquisito maggior notorietà. Negli anni successivi recita invece in Un’anima divisa in due (1993), La fine è nota (1993), di Cristina Comencini, Un eroe borghese (1995), La scuola (1995), Le affinità elettive (1996), Del perduto amore (1998), La balia (1999), Denti (2000), Ricordati di me (2003), di Gabriele Muccino, L’amore ritorna (2004), di Sergio Rubini, L’amico di famiglia (2006), Lascia perdere, Johnny (2007), Una sconfinata giovinezza (2010), Scialla! (Stai sereno) (2011), Tutto tutto niente niente (2012), dove recita al fianco di Antonio Albanese, e ancora è in Il capitale umano (2014), Il ragazzo invisibile (2014), Gli ultimi saranno ultimi (2015), Sconnessi (2018), Loro (2018) e Croce e delizia (2019), dove recita accanto all’attore Alessandro Gassmann.

9. Ha preso parte a produzioni televisive. Nel corso degli anni Bentivoglio si è fatto notare sul piccolo schermo con le serie Il corsaro (1983), Benvenuti a tavola – Nord vs Sud (2012-2013), Romanzo siciliano (2018) e Il nome della rosa (2019), dove ha recitato accanto agli attori John Turturro e Stefano Fresi. Ha inoltre preso parte ai film L’ultimo pensiero (1997), Nel nome del male (2009) e all’episodio La giostra degli scambi di Il commissario Montalbano (2018).

8. Ha scritto e diretto un film. Nel 2007 Bentivoglio debutta alla regia con il film Lascia perdere, Johnny, da lui anche sceneggiato. Il film narra delle imprese di Fausto Ciaramella, detto Johnny, di diventare un chitarrista professionista, non prima però di essersi scontrato con il difficile mondo dello spettacolo. Ad aiutarlo vi sarà il pianista Augusto Riverberi, interpretato dallo stesso Bentivoglio.

Fabrizio Bentivoglio e il teatro

7. Ha recitato molto anche a teatro. Bentivoglio si forma come attore teatrale, avendo frequentato la scuola del Piccolo Teatro di Milano. È poi apparso più volte sul palcoscenico con spettacoli come Timone d’Atene (1978), La tempesta (1978), L’avaro (1981), Metti una sera a cena (1983), La guerra vista dalla luna (1995), Sunset Limited (2008) e L’ora di ricevimento (2017).

Fabrizio Bentivoglio e Valeria Golino

6. Ha avuto una relazione con la nota attrice. Dal 1993 al 2001 l’attore è stato sentimentalmente legato all’attrice Valeria Golino, celebre per i suoi ruoli in film come Il capitale umano, dove ha recitato proprio accanto a Bentivoglio. Pur essendosi separati, infatti, i due hanno mantenuto buoni rapporti, continuando a lavorare insieme in diverse occasioni.

Indietro