Nicholas Hamilton: 10 cose che non sai sull’attore

93
Nicholas Hamilton
Nicholas Hamilton nel trailer del film Endless

Tra gli attori della nuova generazione cinematografica spicca il talentuoso australiano Nicholas Hamilton, conosciuto per aver partecipato a film come Capitan Fantastic, al fianco di Viggo Mortensen, La Torre Nera con Idris Elba e Matthew McConaughey e It con Bill Skarsgård.

 
 

Scopriamo quindi insieme tutto quello che c’è da sapere su Nicholas Hamilton, sulla sua carriera cinematografica e sulla sua vita privata.

Nicholas Hamilton film e vita privata

10. Nato il 4 maggio del 2000 a Lismore, in Australia, Nicholas Hamilton viene da una famiglia molto unita. Figlio di Vicki Atkins e Craig Hamilton, Nicholas ha un fratello, Joshua, e due sorelle, Rebecca e Rachel. Molte persone, per via del suo cognome, tendono a confonderlo con il Nicolas Hamilton fratello di Lewis Hamilton, entrambi piloti di formula uno.

Nicholas è invece cresciuto in Australia e ha mostrato da subito un interesse per il cinema e la recitazione. A spingerlo nello giusta direzione pare sia stato suo zio, morto purtroppo di cancro nel 2011. Pare che Nic abbia preso la morte dello zio come un segno e che abbia intrapreso la carriera d’attore per onorare la sua memoria.

9. Comincia a recitare quando è ancora un bambino. In quinta elementare, infatti, viene scelto per interpretare il ruolo di Elvis, il re del rock anni cinquanta, in una recita scolastica. Inizialmente pare che Nicholas non fosse molto contento del ruolo assegnatogli ma che alla fine si è goduto l’esperienza. E quel primo assaggio pare sia bastato. Poco dopo, infatti, è entrato a far parte di una scuola di recitazione locale.

View this post on Instagram

Mum, me, bridge 🌉 Happy Mum Day all ❤️🙌

A post shared by Nic Hamilton (@nicholas.hamilton) on

8. Il suo primo ingaggio ufficiale risale al 2013 quando partecipa come protagonista al cortometraggio Time, diretto da Liam Connor. Il corto racconta la storia di un ragazzino deciso a esplorare la possibilità di viaggiare attraverso il tempo. Deciso a provare le sue strampalate teorie, il dodicenne James dovrà affrontare le conseguenze delle sue azioni e accettare le reazioni dei suoi compagni di classe.

Grazie a questo cortometraggio, presentato al Tropfest Short Film Festival, Hamilton comincia a farsi conoscere e ad attirare l’attenzione di alcuni importanti talent agents di Melbourne. Sarà infatti l’agente Catherine Poulton a procurargli alcuni importanti ingaggi in tv e al cinema.

Nicholas Hamilton in Strangeland

7. Negli anni successivi all’uscita di Time, Nicholas Hamilton partecipa alla serie tv Mako Mermaids – Vita da Tritone (2013) e ai cortometraggi The Streak (2013), Jackrabbit (2013), Long Shadows (2014) e Letter to Annabelle (2014).

6. Nel 2015, tuttavia, arriva il suo primo ruolo importante, nel lungometraggio Strangeland, con Nicole Kidman, Joseph Fiennes e Hugo Weaving. Presentato al Sundance Film Festival di quello stesso anno, il film racconta la storia di una complicata famiglia australiana e di una tragedia che si abbatte su di essa.

I coniugi Catherine (Nicole Kidman) e Matthew Parker (Joseph Fiennes), si sono da poco trasferiti nella piccola e sperduta cittadina di Nathfari, nel deserto australiano, insieme ai lori figli, Tom (Nicholas Hamilton) e Lily (Maddison Brown). Questo trasferimento, avvenuto per ‘colpa’ di Lily, non sembra entusiasmare Tom e Matthew che non riescono ad abituarsi alla loro nuova realtà. In particolare Tom sembra essere il più agitato della famiglia, tanto che molte notte esce di casa e cammina al buio nel deserto per schiarirsi le idee, provocando l’ira dei suoi genitori.

Una notte Matthew vede uscire di casa Tom seguito da Lily ma, stanco dei loro colpi di testa, decide di non seguirli e di andare a dormire. Il giorno dopo i ragazzi sembrano misteriosamente scomparsi nel nulla. Mentre Catherine è decisa a chiamare la polizia affinché le autorità ritrovino i suoi ragazzi, Matthew le consiglia di non farlo per evitare che i loro affari di famiglia diventino di dominio pubblico.

La famiglia Parker nasconde un oscuro passato e il detective David Rae (Hugo Weaving), incaricato delle indagini per la scomparsa di Tom e Lily, dovrà scavare a fondo per arrivare alla verità.

Nicholas Hamilton in Captain Fantastic

5. Nel 2016 Nicholas viene scelto per entrare a far parte del cast di Captain Fantastic, film diretto da Matt Ross e con Viggo Mortensen.

Presentato prima al Sundance e poi al Festival di Cannes, il film racconta la storia di una bizzarra famiglia, abituata a vivere ai margini della società. Nei boschi a nord-ovest dello stato di Washington, Ben Cash (Viggo Mortensen) vive insieme alla sua famiglia, lontano dalla civiltà, cacciando e coltivando il suo cibo. Alcuni lo definiscono un selvaggio a causa del suo stile di vita alternativo ma Ben è in effetti una persona molto colta e istruita, che vive seguendo dei sani principi.

Padre di Bodevan ‘Bo’ (George MacKay), Kielyr (Samantha Isler), Vespyr (Annalise Basso), Rellian (Nicholas Hamilton), Zaja (Shree Crooks) e Nai (Charlie Shotwell), Ben cresce i suoi sei figli con regole molto severe. I ragazzi sono sottoposti a un addestramento fisico e intellettuale molto duro per prepararsi ad affrontare ogni difficoltà.

I ragazzi cacciano e coltivano il loro cibo, si allenano, stanno a contatto con la natura e studiano di tutto, dalla letteratura alla politica, dalla matematica alla filosofia, rifiutando però qualsiasi tipo di dottrina religiosa. La famiglia Cash parla di marxismo, recita a memoria la Costituzione Americana e festeggia la Giornata di Noam Chomsky ma non il Natale.

Mentre Ben si occupa di crescere i suoi figli, la loro madre Leslie (Trin Miller) si allontana per curare il suo disturbo bipolare scoperto dopo la nascita del suo primo figlio. Un giorno purtroppo la donna si suicida e l’intera famiglia è costretta a lasciare i boschi per andare a reclamare i suoi resti. Ben dovrà quindi scontrarsi con i genitori di Leslie per far si che le ultime volontà della moglie siano rispettate.

Nicholas Hamilton in It

4. Un anno dopo il successo di Captain Fantastic, Nicholas partecipa a due grandi produzioni hollywoodiane, La Torre Nera – film con Idris Elba e Matthew McConaughey – e It al fianco di Bill Skarsgård.

Quest’ultimo film, tratto dall’omonimo romanzo del maestro dell’orrore Stephen King, diretto da Andrés Muschietti, nel 2017 non è da considerarsi come un semplice remake della miniserie in due puntate del 1990 ma come una vera e propria reinterpretazione della storia.

Il film, considerato solo come il primo capitolo della storia, racconta di una malvagia entità di nome Pennywise, vestita da pagliaccio, che vive nella rete fognaria della città di Derry, nel Maine. Ogni ventisette anni, la creatura soprannominata It, si risveglia per divorare i bambini della città, attirando a sé le vittime con infiniti stratagemmi. Per riuscire a salvarsi, i bambini dovranno restare uniti e far fronte comune, sconfiggendo il terribile pagliaccio assassino.

Quando si tocca un classico della filmografia come It, il pubblico diventa suscettibile. Eppure la rivisitazione di Andrés Muschietti è riuscita a convincere tutti anche gli spettatoli più scettici. Merito ovviamente del talentuoso e inquietante protagonista; pur non riuscendo a eguagliare l’interpretazione di Tim Curry, Bill Skarsgård è un nuovo, perfetto e terrificante Pennywise.

Grazie al successo ottenuto con il primo film, nel 2019 Andrés Muschietti ha diretto anche It – Capitolo due, il cui protagonista è sempre il giovane Skarsgård. In entrambi i film, Nicholas Hamilton interpreta il ruolo di Henry Bower, il malvagio bullo della scuola, a capo di una banda di teppisti che terrorizza i ragazzini della città.

Nicholas Hamilton in Endless

3. Finalmente arriva per Nicholas l’occasione di mettersi alla prova con il suo primo ruolo da protagonista. La sua ultima fatica cinematografica è Endless, film diretto da Scott Speer, che uscirà in Italia il 23 settembre 2020.

Il film racconta la storia di due ragazzi, Chris (Nicholas Hamilton) e Riley (Alexandra Shipp), che si innamorano dopo la fine della scuola e passano tutta l’estate insieme. Tra giri in moto, bagni al lago e serate danzanti, i due giovani innamorati vorrebbero che la loro estate non finisse mai.

Una sera, di ritorno da una festa un po’ troppo movimentata, Chris e Riley hanno un piccolo battibecco in macchina e la ragazza va a schiantarsi contro un’altra auto. Dopo l’incidente entrambi i ragazzi finiscono in ospedale ma mentre Riley se la cava con ferite superficiali, Chris non supera la notte.

La morte di Chris distrugge Riley che è tormentata dai sensi di colpa e dalla sua mancanza. La ragazza farebbe di tutto per tornare indietro nel tempo, evitare quel brutto incidente e poter riabbracciare il suo Chris. E un giorno, i suoi improbabile desideri vengono esauditi…più o meno!

A causa dei sensi di colpa di Riley, l’anima di Chris è bloccata in una sorta di limbo, dove non può tornare indietro ma nemmeno andare avanti e trovare pace. Incredibilmente i due riusciranno a trovare il modo di comunicare e sistemare le cose prima di dirsi addio.

Il film di Scott Speer è già disponibile solo negli States in acquisto o noleggio sulle piattaforme streaming a pagamento Amazon Prime, Vudu e Fandango Now e tra qualche giorno lo sarà anche qui in Italia al cinema. L’uscita del film, infatti, programmata per l’inizio del 2020, è stata posticipata a causa della pandemia di Coronavirus ancora in corso.

Nicholas Hamilton è su Instagram

2. Nonostante la sua giovane età, Nicholas Hamilton ha già le idee molto chiare. Dopo aver lavorato in produzioni minori e sui grandi set hollywoodiani, l’attore australiano non vede l’ora di mettersi alla prova con nuovi esaltati progetti. In un’intervista rilasciata qualche tempo fa a The Italian Reve, Nicholas ha raccontato quali sono i suoi desideri e le sue aspettative professionali.

“Mi piacerebbe fare un biopic su David Bowie. Penso che ne stiano facendo uno in questo momento. Adoro questo tipo di storie, voglio dire, il film di Freddy Mercury e quello di Elton John sono entrambi fantastici. Le storie vere devono essere raccontate. Raccontare di qualcuno come Freddy Mercury che ha affrontato le proprie battaglie, non solo nella sua carriera ma anche nella sua vita personale… È davvero bello vedere cosa c’è ‘dietro le quinte’ e cose simili […] adoro la musica in generale. Ultimamente ho cercato di dedicarmici a livello professionale. Amo la musica, e il potermi esibire. Sono una di quelle persone che può ascoltare praticamente tutti i generi di canzoni e, anche se una non mi piace, sono in grado di apprezzarla.” [fonte: The Italian Reve]

1. Per essere sempre aggiornati sulle ultime novità riguardanti la sua vita privata e professionale vi consigliamo si seguire l’account ufficiale Nicholas Hamilton Instagram.

 

Fonte: Wiki, IMDB, The Italian Reve, Rottentomatoes