Cena con Delitto – Knives Out: i dettagli nascosti nel film di Rian Johnson

Ecco 15 curiosi dettagli che forse non avete notato in Cena con delitto - Knives Out... ovviamente, se non avete visto il film, ATTENZIONE AGLI SPOILER!

2097

Cena con delitto – Knives Out è stato uno dei film più acclamati della passata stagione cinematografica, tanto dalla critica quanto dal pubblico. La pellicola di Rian Johnson, regista di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, è un omaggio al mystery crime e ad un genere – il giallo, o whodunit – divenuto celebre grazie ai popolarissimi romanzi della scrittrice Agatha Christie.

In attesa di scoprire maggiori dettagli sul sequel ufficializzato di recente (e che vedrà il ritorno di Daniel Craig nei panni del detective Benoit Blanc), ecco 15 curiosi dettagli che forse non avete notato in Cena con delitto – Knives Out

Ovviamente, se non avete visto il film, ATTENZIONE AGLI SPOILER!

15Il ritratto di Harlan Thrombey

Quando nel film ci viene mostrata per la prima volta la dimora dei Thrombey (l’ambientazione principale del film), una delle prime cose che balzano all’occhio è sicuramente il grande ritratto del patriarca di famiglia, Harlan Thrombey, interpretato da Christopher Plummer. Nel ritratto, lo sguardo stoico di Harlan suggerisce che la sua è una figura palesemente intimidatoria, in grado di dominare e persuadere gli altri componenti della famiglia.

Tuttavia, verso la fine del film, quando il dipinto viene nuovamente inquadrato, qualcosa è cambiato. Marta (Ana de Armas) viene scagionata dall’accusa di omicidio e riesce finalmente a prendere il controllo della casa: per un attimo, la ragazza si sofferma a guardare il ritratto di Harlan: adesso, lo sguardo severo sul volto del defunto è stato sostituito da un sorriso di approvazione decisamente furbetto.

Indietro