poster_looperNel 2074 i viaggi nel tempo sono diventati una realtà, ma messi subito fuori legge; le organizzazioni criminali, tuttavia li usano come metodo per eliminare soggetti scomodi, mandandoli indietro nel tempo e facendoli eliminare da killer specializzati, i cosiddetti ‘looper’. Uno di questi, Joe, nel 2042 avrà a che fare con una vittima molto particolare: nient’altri che un sé stesso invecchiato…

Questa la vicenda da cui prende le mosse Looper, nuovo film firmato da Rian Johnson, che arriva a quattro anni di distanza da The Brothers Bloom; per l’occasione Johnson è tornato a collaborare con Joseph Gordon-Levitt, che fu protagonista del suo esordio alla regia, Brick (2005).

Gordon-Levitt, reduce dal successo de Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, interpreterà la versione più giovane del protagonista, mentre quella più ‘attempata’ è stata affidata a Bruce Willis, il quale dopo Die Hard: Un Buon Giorno per Morire, si troverà ad affiancare un attore più giovane, all’insegna di una dinamica, che si può immaginare, sarà simile: tra la versione più matura  e quella giovane del protagonista è prevedibile si instaurerà un rapporto molto simile a quello padre – figlio.

Joseph-Gordon-Levitt-LooperCompleta il cast l’immancabile personaggio femminile, affidato in questo caso a Emily Blunt; nei ruoli di contorno, compariranno tra gli altri Jeff Daniels, Paul Dano (visto di recente in Ruby Sparks) e Noah Segan, che peraltro ha partecipato a entrambi i precedenti lavori di Johnson.

Altro collaboratore abituale del regista è il cugino compositore Nathan, che anche in questo film come nei precedenti curerà la colonna sonora.

Looper è stato presentato a inizio settembre, in occasione della più recente edizione del Toronto Film Festival uscendo nelle sale americane alla fine dello stesso mese e ottenendo buoni giudizi da parte della critica, che ne ha apprezzato la natura ibrida: il lavoro è stato definito da alcuni un film a cavallo tra Tarantino e Philip K. Dick.

Positivo anche il riscontro al botteghino, dove il film ha raccolto finora oltre 160  milioni di dollari a fronte dei 30 investiti. L’appuntamento con gli spettatori italiani è fissato al 31 gennaio 2013.