Aliens-scontro-finale-film
- Pubblicità -

Iniziata nel 1979, la saga di Alien è una delle più affascinanti narrazioni sullo scontro tra l’essere umano e gli alieni. Il primo film, diretto da Ridley Scott, è considerato ancora oggi come uno dei più importanti horror di fantascienza di sempre e il suo sequel, Aliens – Scontro finale (qui la recensione) è continuamente citato come uno dei migliori seguiti mai realizzati per il cinema nonché come un ulteriore pilastro del genere. James Cameron, reduce dal successo di Terminator, dirige questo film dando vita ad un nuovo cupo e personale capitolo della saga, ricco di novità e approfondimenti sulla mitologia ideata da Scott.

 
 

Da Cameron anche scritto insieme a Walter Hill (regista di I guerrieri della notte e Driver l’imprendibile), Aliens – Scontro finale si discosta dalle ambientazioni e dall’atmosfera del precedente film per dar vita ad un racconto ancor più ricco di violenza, ritmo e paura. Cameron, come suo solito, arricchisce inoltre il film di una cura per il dettaglio ai limiti della maniacalità. Scenografie, costumi ed effetti speciali sono qui portati a nuovi traguardi artistici, conferendo al film un look memorabile. Candidato a cinque premi Oscar e con un incasso di oltre cento milioni di dollari, Aliens – Scontro finale è ai limiti del capolavoro.

Seguito dai non particolarmente entusiasmanti Alien³ e Alien – La clonazione, questo secondo capitolo è ancora oggi una delle vette di questa saga, capace di regalare allo spettatore tutto ciò che un film di questo genere dovrebbe offrire. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e agli alieni. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Aliens – Scontro finale: la trama del film

Protagonista del film è ancora una volta il tenente Ellen Ripley, ritrovata e soccorsa dall’equipaggio della stazione spaziale Gateway. Mentre si svolge un processo nei suoi confronti, al fine di capire cosa è accaduto sull’astronave Nostromo, la stazione perde i contatti con la colonia umana presente sul pianeta Acheron. Il tenente dei marines coloniali Gorman e Carter J. Burke, uomo di facciata della Weyland-Yutani, si vedono a questo punto costretti a chiedere a Ripley di unirsi ad una squadra di soccorso per recarsi sul pianeta e vedere cosa è accaduto. La donna, inizialmente riluttante, finisce per accettare.

Mentre fa la conoscenza del rude sergente Apone, del silenzioso caporale Hicks, del nevrotico soldato Hudson, della mascolina soldatessa Vasquez e del gelido soldato Drake, nonché del nuovo androide Bishop, Ripley si trova dunque a confrontarsi nuovamente con le proprie paure. All’interno della colonia sono infatti state seminate morte e distruzione. Ripley sa bene chi può aver causato quell’orrore, ma non immagina che ciò che aspetta lei e il resto della squadra nell’oscurità è ben più numeroso e letale del previsto. Le cose si complicano quando viene ritrovata una bambina di nome Newt, l’unica che sembra sapere cosa è accaduto nella colonia.

Aliens-scontro-finale-cast

Aliens – Scontro finale: il cast di attori e gli alieni

Ad interpretare Ellen Ripley non poteva che esserci Sigourney Weaver, la quale però era inizialmente restia a riprendere il ruolo, considerando conclusa la storia con il primo film. Prima di accettare di recitare anche in questo sequel, pur se attratta dalla sceneggiatura di Cameron, l’attrice volle assicurarsi che il film non si facesse per soli scopi economici. La Weaver è poi stata candidata agli Oscar come miglior attrice protagonista e si trattò della prima volta che ciò avveniva per un’attrice di un film di fantascienza. Accanto a lei, nei panni del caporale Hicks vi è invece Michael Biehn, il quale fu chiamato all’ultimo per sostituire l’attore inizialmente scelto per il ruolo e poi licenziato.

Si ritrovano poi nel film gli attori Paul Reiser nei panni di Carter J. Burke, William Hope in quelli del tenente Gorman e Janette Goldstein nel ruolo della soldatessa Vasquez. Bill Paxton è il soldato Hudson, Al Matthews e Mark Rolston interpretano invece Apone e Drake. Lance Henriksen dà invece vita al droide Bishop, poi ripreso anche in successivi film della saga. La piccola Newt è invece interpretata da Carrie Henn, da Cameron scelta perché il suo essere priva di esperienze recitative la rendeva più naturale. Per lei si tratta dell’unico film a cui abbia mai preso parte, avendo poi seguito tutt’altra carriera una volta cresciuta.

Per quanto riguarda gli alieni presenti nel film, si possono ritrovare qui molti più xenomorfi rispetto al primo film. Cameron decise di realizzare questi ultimi in modo differente rispetto al primo film, dove si riusciva ad intuire che si trattava di un costume manovrato da una persona. Egli ricercava invece movenze meno naturali e pertanto più spaventose. Per dar vita alla gigantesca regina aliena, alta 420 centimetri, furono dunque chiamati ben sedici marionettisti, così da poter rendere tale creatura particolarmente spaventosa per via dei suoi imprevedibili modi di agire. Il lavoro sugli effetti speciali fu poi premiato con l’Oscar.

Aliens – Scontro finale: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Aliens – Scontro finale grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Chili Cinema e Disney+. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 1 dicembre alle ore 22:55 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb

- Pubblicità -